• Articolo , 25 gennaio 2011
  • La Bulgaria raccomanda il Giappone all’UE

  • Continuano i negoziati fra l’Unione europea e il Giappone per la creazione di proficue collaborazioni economiche, anche nel settore energetico, che vede fra i suoi principali sostenitori il Governo bulgaro.

(Rinnovabili.it) – E’ avvenuto ieri un incontro ufficiale tra il Primo Ministro giapponese, Naoto Kan, e il suo omologo bulgaro Boyko Borisov. La conferenza stampa è servita a fare un passo avanti nella definizione di una partnership economica fra il paese nipponico e l’Unione europea, grazie anche al sostegno della Bulgaria. La cooperazione fra i due paesi riguarda nello specifico le emissioni di gas serra, l’industria, le energie rinnovabili e l’energia nucleare. Il Primo Ministro bulgaro vede infatti un ottima combinazione fra le risorse naturali del suo paese e le capacità tecnologiche del Giappone, che potrebbero rappresentare in futuro un eccellente potenzialità nelle produzioni alimentari e per l’approvvigionamento di acqua potabile. “La Bulgaria è un paese economicamente e politicamente stabile ed è una buona destinazione per le aziende giapponesi, anche tenendo conto dell’ambiente fiscale favorevole”, ha detto Naoto Kan.  Dal canto suo Borisov ha dichiarato:”Apprezziamo gli sforzi che il Giappone sta facendo per attuare le condizioni dell’UE per la conclusione dell’accordo e sono fiducioso che possiamo essere utili per le relazioni future con l’Unione Europea”.