• Articolo , 16 settembre 2010
  • La California spiana la strada all’impianto termodinamico da 1 GW

  • Ottenuta la licenza di costruzione per Blythe, la centrale solare che una volta a regime potrà vantare una produzione da record. La realizzazione del progetto assicurerà numeri importanti sia in termini di nuova energia che di posti di lavoro

(Rinnovabili.it) – Blythe, uno dei più grandi progetti di solare termodinamico a livello mondiale, ha compiuto un ulteriore passo avanti verso la sua realizzazione. Per la mega centrale californiana da 1 GW, infatti, un altro ostacolo è stato abbattuto grazie al via libera concesso ieri alla Solar Millennium da parte della Commissione statale.
Il progetto, del valore di oltre 6 miliardi di euro, è stato accolto con particolare entusiasmo dalla California Energy Commission al punto da definire il futuro impianto “una pietra miliare nella corsa dello stato a produrre un terzo della sua energia da fonti rinnovabili”. “Realizzate questo progetto – ha commentato il commissario Jeffrey D. Byron. – Questo è esattamente ciò che stiamo cercando”.
Nonostante l’appoggio dello stesso Governatore Schwarzenegger e della sua politica pro-rinnovabili, la votazione non era così scontata. Il progetto Blythe aveva infatti sollevato diverse questioni circa gli effetti del suo impatto sulla fauna, sui siti culturali dei Nativi americani e sul vicino aeroporto, per il quale erano state avanzate delle preoccupazioni in merito al riflesso prodotto dagli specchi solari.
A convincere i funzionari non solo l’importante capacità solare, che supera addirittura quella totale istallata nel 2009 (481 MW), ma anche la forte spinta occupazionale che ne deriverebbe. Si stima infatti che lavorerà sul progetto una media di 600 persone, dando occupazione nella fase costruttiva a oltre 1.000 lavoratori e, una volta terminato, 221 dipendenti si occuperanno del funzionamento e della manutenzione. Con la licenza in mano la Solar Millennium, può finalmente dare il via ai lavori entro la fine dell’anno cominciando a generare energia dal 2013.