• Articolo , 15 gennaio 2008
  • La casa ecologica itinerante a Roma

  • L’Assessorato all’Ambiente della Regione Lazio al Festival delle Scienze per promuovere le nuove tecnologie solari e per mettere in mostra, per una settimana, il prototipo della “Casa ecologica”

Una casa ecologica, realizzata con le più innovative tecnologie per il risparmio energetico, in grado di consumare solo un quarto dell’energia, emette il 20 per cento in meno di anidride carbonica di una casa tradizionale e permette risparmi rispetto alle normali abitazioni per oltre 3.000 euro l’anno. E’ una struttura innovativa realizzata dall’assessorato all’Ambiente e Cooperazione tra i Popoli della Regione Lazio, da Sviluppo Lazio, con il patrocinio del Ministero per l’Ambiente. Il prototipo sarà visitabile all’ingresso dell’Auditorium Parco della musica per tutta la durata del Festival delle scienze (dal 14 al 20 gennaio 2008). La Casa ecologica, successivamente esposta nelle province del Lazio, è alla base del progetto “Ecovillae” che prevede a Fiano Romano la realizzazione di un lotto di case ad alto risparmio energetico ed economico. Il cantiere partirà nel 2008 e le case potranno essere abitabili prevedibilmente dal 2011. L’Assessorato all’Ambiente della Regione Lazio, è inoltre promotore del convegno: “Obiettivi 2020: Scienza e tecnologia per l’ambiente. Il ruolo dell’innovazione nelle sfide ambientali. Le nuove frontiere dell’energia solare”. L’incontro si terrà sempre all’interno del Festival “CoScienza Globale”, oggi 15 gennaio alle ore 17 presso lo Studio 3 dell’Auditorium, e si concentrerà su come la scienza e la tecnologia possono contribuire a salvaguardare l’ambiente e a garantire uno sviluppo ecosostenibile della società.
E’ stato invitato a partecipare il Nobel Carlo Rubbia, interveranno:

– Filiberto Zaratti, Assessore all’Ambiente e Cooperazione tra i Popoli Regione Lazio: “Nuove politiche ambientali per le tecnologie rinnovabili”;

– Lukas Schmidt-Mende, Professor of Photonics with hybrid/colloidal nanosystems at Ludwig Maximilliams University of Munich: “Nanostrutture per le celle solari ibride”;

– Giuseppe Pezzetti, Full professor & Director Research Institute for Nanoscience (RIN) Department of Materials Science and Engineering Kyoto Institute of Technology (KIT) Sakyo-ku, Matsugasaki: “I nuovi materiali per l’energia e l’ambiente”;

– Aldo Di Carlo, Università di Roma “Tor Vergata”: “L’innovazione tecnologica nel fotovoltaico: il Polo Solare Organico del Lazio”;

– Claudia Bettiol, CdA Enea ‘Futuro: “Ambiente e innovazione: le nuove frontiere dello sviluppo ecosostenibile”. (Fonte Rinnovabili)