• Articolo , 10 aprile 2010
  • La centrale del sole

  • Si è parlato del progetto preliminare relativo al “Parco solare fotovoltaico della Valnestore” durante la riunione della prima commissione presieduta da Massimiliano Capitani. Il progetto prevede la realizzazione di cinque impianti, sul terreno di proprietà della Valnestore S.r.l e della Comunità Montana. La potenza complessiva sarà di circa 7 MegaWatt così suddivisa: 3,990 MegaWatt Provincia […]

Si è parlato del progetto preliminare relativo al “Parco solare fotovoltaico della Valnestore” durante la riunione della prima commissione presieduta da Massimiliano Capitani. Il progetto prevede la realizzazione di cinque impianti, sul terreno di proprietà della Valnestore S.r.l e della Comunità Montana. La potenza complessiva sarà di circa 7 MegaWatt così suddivisa: 3,990 MegaWatt Provincia di Perugia, 09975 Megawatt Comune di Piegaro, 0,6525 Megawatt Comune di Paciano, 0,6525 Megawatt Comunità Montana e 0,65256 Megawatt Soc. Valnestore. A questo proposito le parti hanno firmato un Protocollo d’Intesa, designando la Provincia di Perugia come ente attuatore dell’intervento. La realizzazione del Parco fotovoltaico porterà ad un abbattimento dei costo dell’energia pagata all’Enel, per le utenze dei singoli soggetti, anche in considerazione degli incentivi oggi a disposizione dalla normativa vigente per tutti i soggetti che realizzano i suddetti impianti. L’impianto sarà realizzato nel terreno dell’ex miniera di lignite in passato utilizzato per il funzionamento della centrale di Pietrafitta. “La decisione di realizzare l’intervento – spiegano i tecnici della Provincia di Perugia – è stata suffragata dalla volontà di intervenire su un ambito territoriale decisamente compromesso e che potrà, alla fine della concessione d’uso, a riguadagnare le sue caratteristiche ambientali anche attraverso interventi di regimentazione della acque e miglioramento delle condizioni geomorfologiche. Nello studio di fattibilità è stato anche verificato il basso impatto visivo attraverso sistemi informatizzati che ne hanno confermata la giusta localizzazione. Il parco verrà realizzato su circa 11 ettari di terreno agricolo, non di pregio, ricompresso in un area di proprietà di 117 ettari. Nella zona verranno posti in opera circa 40.000 pannelli fotovoltaici in silicio monocristallino, appoggiati su supporto metallico senza cementificazione alcuna. Per gli allacci saranno utilizzate le cabine Enel esistenti. Questa facile accessibilità ha reso particolarmente favorevole il tipo di intervento”. L’opera avrà un costo presunto di 33milioni 500 mila euro e verrà realizzata attraverso una procedura di gara europea attraverso il sistema del Leasing in costruendo. “La Provincia di Perugia – ha affermato il Presidente della Provincia Marco Vinicio Guasticchi – è una delle prime in Italia a mettere in atto iniziative a tutela del territorio, con la necessità di contenere i costi e produrre energia alternativa in grado di soddisfare i fabbisogni dei piccoli comuni. Con il programma sul fotovoltaico parte “l’offensiva verde” della Provincia, che punta ad assumere il ruolo istituzionale di coordinamento territoriale e partner tecnico di iniziative ecocompatibili”. Il Parco solare fotovoltaico della Valnestore è in linea con il programma di mandato 2009 – 2013 della Provincia di Perugia che ha tra le priorità l’incentivazione e lo sviluppo di energia alternativa da fonti rinnovabili”.