• Articolo , 29 marzo 2010
  • La Cina conquista il mercato dell’energia eolica

  • La danese BTM Consult ApS ha rilasciato oggi il suo 15° aggiornamento annuale sullo stato dell’Industria Eolica Internazionale. Ed è Pechino a dominare su tutti

(Rinnovabili.it) – La Repubblica Popolare è divenuta il numero uno del mercato 2009 delle turbine eoliche, istallando una nuova capacità da record di 13,75 GW, e classificandosi con tre aziende nella top ten mondiale dei produttori di aerogeneratori. I dati sono quelli forniti dalla società di consulenza danese BTM Consult che spiega come il boom cinese costituisca di fatto una delle tendenze più significative per l’anno passato e per le previsioni future.
Il rapporto redatto da BTM fa il punto della situazione dimostrando come l’industria di settore abbia vissuto un altro periodo d’oro nel 2009 nonostante la crisi imperante: con 38.103 MW di nuovi impianti, pari ad un tasso di crescita annuale del 35%, la capacità totale installata è arrivata a circa 160 GW. Ed in questo panorama Pechino è emerso come il mercato di maggior successo, con il più alto volume mai raggiunto da un paese in un solo anno.
Continua il ritmo frenetico degli Stati Uniti con quasi 10.000 MW di nuova capacità, mentre l’Europa pur con 10.738 MW installati, e Spagna e Germania come al solito capofila, ha visto la sua percentuale complessiva scendere al di sotto del 50% sul totale mondiale. Per il gigante asiatico i risultati sono ottimi anche a livello della classifica delle prime dieci produttrici di turbine, risultando le nazionali Sinovel, Goldwind e Dongfang terzo, quinto e settimo posto. Al primo e al secondo, senza sorprese la danese Vestas e la statunitense GE Energy.
Guardando al futuro il rapporto prevede una capacità destinata a crescere a 447 GW entro cinque anni, quasi tre volte il suo livello attuale, ed entro dieci anni un’espansione a circa 1.000 GW soddisfando così l’8,4% della domanda di elettricità del mondo. E in tutto ciò sarà ancora una volta la Cina a fare gran parte del lavoro.