• Articolo , 9 giugno 2009
  • La Cina invita gli Usa alla cooperazione “climatica”

  • Giorni di dialogo tra le due grandi potenze, nella ricerca di strada comune per arrivare a Copenhagen

(Rinnovabili.it) – Il vice-Premier cinese Li Keqiang si è incontrato in questi giorni con l’inviato speciale Usa per il cambiamento climatico Todd Stern per chiedere un maggior dialogo e cooperazione con il paese americano in materia di energia, ambiente e surriscaldamento globale.
“La Cina ha notato il nuovo indirizzo di governo degli Stati Uniti sul tema del Climate Change, nonché le misure positive intraprese”, ha detto Li a Stern durante il loro incontro nella Grande Sala del Popolo, a Pechino. Creare una salda partnership tra il gigante asiatico e la potenza americana, è per il vice-Premier una strategia vincente per intensificare il legame Cina-Usa soprattutto in vista dell’appuntamento di Copenhagen, alla fine di quest’anno. Dal canto suo Stern ha rivolto un apprezzamento per i risultati conseguiti da Pechino negli ultimi anni nella lotta contro i cambiamenti climatici, dichiarando che la propria Nazione è pronta ad intensificare in tal senso la cooperazione e a lavorare in stretta collaborazione per il successo della Conferenza Onu di dicembre. Non sarà comunque facile trattare con la Cina che ancora una volta ha espresso la convinzione di voler mantenere il principio di “responsabilità comuni ma differenziate” tra paesi sviluppati e in via di sviluppo, assicurando però l’intenzione di partecipare attivamente ai negoziati e svolgere un ruolo costruttivo per promuovere risultati positivi alla conferenza.