• Articolo , 22 novembre 2010
  • La fiera della sostenibilità

  • Appoggio e coinvolgimento della Provincia di Udine nell’organizzazione di Eos, il nuovo evento fieristico del Nord Est con respiro internazionale dedicato alla sostenibilità ideato da Udine&Gorizia Fiere Spa e in programma dall’11 al 14 maggio 2011 nel quartiere fieristico di Torreano di Martignacco. «Un sostegno concreto e attivo che parte dalla volontà di dare opportunità […]

Appoggio e coinvolgimento della Provincia di Udine nell’organizzazione di Eos, il nuovo evento fieristico del Nord Est con respiro internazionale dedicato alla sostenibilità ideato da Udine&Gorizia Fiere Spa e in programma dall’11 al 14 maggio 2011 nel quartiere fieristico di Torreano di Martignacco. «Un sostegno concreto e attivo che parte dalla volontà di dare opportunità e visibilità a settori strategici per il futuro della nostra economia» ha commentato il presidente della Provincia di Udine, on. Pietro Fontanini nell’incontrare, oggi a Palazzo Belgrado, insieme all’assessore provinciale all’energia Stefano Teghil, Sergio Zanirato, Claudio Gottardo e Maurizio Tripani rispettivamente presidente, amministratore delegato e direttore di Udine&Gorizia Fiere Spa. «Attraverso questa nuova iniziativa Udine si candida a diventare un polo attrattivo nel campo dell’economia ecosostenibile facendo convergere, qui sul nostro territorio, le esperienze maturate in questo comparto nel Nord Est ma anche oltre confine (Austria, Slovenia e Germania) da parte di privati, professionisti di alto livello e pubbliche amministrazioni – ha aggiunto Fontanini -. L’intento è quello di innescare un meccanismo che, sulla base delle testimonianze (divulgate anche attraverso la parte convegnistica di livello internazionale e gli approfondimenti) possa davvero fungere da stimolo e orientamento per creare nuovi progetti imprenditoriali qui in Friuli, riconvertendo attività non più competitive. L’obiettivo è ambizioso e raggiungibile, la strada è quella giusta».

Una strada impostata da Udine&Gorizia Fiere Spa con i cui rappresentanti, il presidente Fontanini oggi ha condiviso e ribadito la filosofia della futura programmazione fieristica regionale. «Un programma con un’unica regia e pianificazione regionale – ha sottolineato il presidente della Provincia di Udine – affinché non vi siano sovrapposizioni e tutto il territorio e l’economia, tragga benefici e visibilità, ma con gestioni autonome».
In occasione della fiera Eos, «la Provincia – ha evidenziato il presidente Fontanini – metterà in campo le competenze dell’Ape (Agenzia per l’energia del Fvg), ente certificatore dei protocolli
CasaClima e la rete delle realtà alla quale è affiliata in primis l’agenzia di Bolzano, con la quale c’è una condivisione costante. A breve, inoltre, tra le nostre due Province, sarà siglato un protocollo d’intesa proprio sulle tematiche dell’efficienza energetica». Durante l’evento espositivo, la Provincia di Udine parteciperà con spazi inerenti le aree tematiche collegate alla rassegna: edilizia residenziale, mobilità e trasporti, territorio ed energia. Sul futuro appuntamento si è espresso anche l’assessore provinciale all’energia Stefano Teghil. «Con Eos trova spazio sul territorio regionale una fiera di alto livello, internazionale, legata al mondo della Green Economy che potrebbe lanciare in Friuli Venezia Giulia una nuova filiera economica legata all’ecosostenibilità. Una filiera importante che potrebbe dare un sostanziale contributo al superamento della crisi. In questo ambito – ha concluso Teghil – la Provincia di Udine ha fatto
molto specie per quel che riguarda il risparmio energetico. L’Ente, infatti, sta realizzando il primo fabbricato pubblico in classe Gold (protocollo CasaClima) sul territorio nazionale, escluse le esperienze di Bolzano. Si tratta del nuovo convitto del liceo Bachmann di Tarvisio».