• Articolo , 2 maggio 2011
  • La Francia finanzia eco-investimenti in Kenya

  • Per il comparto produttivo keniota la parola d’ordine diviene efficienza energetica. Una nuova tranche di finanziamenti aiuterà il comparto a raggiungere la meta

(Rinnovabili.it) – Nuovo accordo tra produttori energetici kenioti e la Francia; la rinnovata intesa permetterà agli imprenditori di accedere a nuovi finanziamenti con cui sovvenzionare i loro investimenti in progetti di efficienza energetica e fonti rinnovabili. L’accordo siglato tra la _Kenya Association of Manufacturers_ (KAM) e _l’Agence Française de Développement_ (AFD) vale circa 3,8 milioni di dollari e rientra nell’ambito del *Regional Technical Assistance Program* (RTAP) come una delle linee di credito a favore dell’ambiente estese da AFD alle banche locali in Kenya, Uganda e Tanzania.
Per i prossimi due anni KAM fornirà assistenza e consulenza tecnica agli investitori, mentre i finanziamenti saranno erogati a tassi scontati attraverso la CFC Stanbic bank o la Co-operative bank e serviranno alle società – secondo le previsioni della Kenya Energy Regulatory Commission – a *risparmiare almeno il 30% del loro consumo energetico*. Un fattore importante soprattutto alla luce dell’aumento del 15% dei costi energetici per i produttori registrato da gennaio 2011. A quanto riporta l’Associazione i propri membri hanno già iniziato a utilizzare modelli di risparmio energetico riducendo la loro domanda di 150 MW. “Siamo riusciti a concludere con successo gli audit energetici per 100 imprese e abbiamo saputo che coloro che hanno attuato le misure di efficienza energetica sono riusciti ad ammortizzare i loro investimenti in un anno”, ha commentato Sylvester Makaka, consulente energetico a KAM.