• Articolo , 20 luglio 2007
  • La Germania punta a un nuovo record

  • L’obiettivo, secondo quanto annunciato dal Ministro dell’Ambiente tedesco, Sigmar Gabriel, è di arrivare a produrre il 45% di energia elettrica da fonti rinnovabili al 2030

A bruciare continuamente le tappe in ambito energetico questo paese è senza dubbio abituato, complice tra l’altro una continua sperimentazione tecnologica, aiutata dal governo tedesco e dai continui investimenti delle imprese che hanno maturato esperienza e un elevato grado di concorrenza nei confronti degli altri paesi della Ue. A sostenere le previsioni di lungo termine annunciate, arrivano anche notizie positive a breve: entro il 2010 la Germania sarà infatti in grado di superare la quota del 12,5% di energia da rinnovabili, il 27% sarà, sempre secondo le previsioni, raggiunto entro il 2020. Gli studi condotti dal ministero sostengono inoltre che il paese ha abbattuto la quota di 100 milioni di tonnellate di Co2 nel 2006 e gli occupati nel settore sono cresciuti passando da 190.000 a quasi 214.000 durante il 2007. Gli orientamenti attuali si stanno rivolgendo verso lo sviluppo di tecnologie innovative sui trasporti e sulla climatizzazione invernale ed estiva degli edifici, con il miglioramento delle stategie per l’efficienza energetica. (fonte Ansa).