• Articolo , 28 febbraio 2008
  • La Grande Mela “verde” di Bloomberg

  • New York City si fa sempre più verde, grazie a limousine ecologiche e turbine sottomarine. Progetti che promettono di dimezzare l’inquinamento e non disturbare l’ecosistema

Altri due tasselli in favore dell’ambiente da parte di New York. Il primo riguarda l’avvio del “Rite project” programma che prevede l’installazione di circa 300 turbine marine, entro i prossimi dieci anni, nel trafficatissimo East River, nei pressi di Roosvelt Island. Il progetto, curato dalla Verdant Power, ha richiesto un investimento di 3 milioni di dollari e consentirà una volta portato a termine, d’ottenere una capacità di 10 Mw, ovvero l’energia sufficiente per alimentare 8.000 case. In realtà il progetto non è isolato: sono già previste per i prossimi anni ulteriori installazioni di sistemi simili in Ontario e a Seattle. E la svolta ecologista prosegue grazie alla nuova politica ambientale promossa dal sindaco della città Michael Bloomberg. E’ di ieri l’annuncio del obbligo di passaggio, entro il 2012, alla tecnologia ibrida dell’intera flotta di 10.000 limousine, responsabili secondo Bloomberg, del 2% del totale delle emissioni causate dal traffico cittadino. Il piano rientra nel progetto più ambizioso di tagliare il 30% delle emissioni di C02 entro il 2030.