• Articolo , 20 aprile 2011
  • La IEA punta sui biocarburanti per rendere sostenibili i trasporti

  • Diffuso oggi Biofuels for Transport, il documento con cui l’Agenzia intende abbattere di 2,1 Gtons le emissioni del settore

(Rinnovabili.it) – Se prodotti in modo sostenibile, i biocombustibili sono una delle tecnologie chiave su cui puntare per ridurre le emissioni di CO2 e migliorare la sicurezza energetica. Lo afferma l’International Energy Agency (IEA) nel nuovo rapporto diffuso oggi “Biofuels for Transport”:http://iea.org/papers/2011/biofuels_roadmap.pdf, secondo il quale il consumo di biocarburanti a livello mondiale potrebbe aumentare in modo sostenibile dagli attuali 55 Mtep a 750 Mtep nel 2050; la quota globale di biocarburanti sul totale dei combustibili per il trasporto passerebbe, così, dal 2% al 27% al 2050. Dati importanti che la IEA prende in considerazione non tanto per i veicoli, per i quali suggerisce di insistere sull’efficienza per ridurre le emissioni, quanto per la mobilità aerea, marittima e per tutti gli altri trasporti pesanti, al fine di ridurre di un quinto le emissioni nel settore dei trasporti, cioè 2,1 Gtons. Nella roadmap dell’Agenzia, redatta con la collaborazione di rappresentanti del governo, dell’industria e del mondo accademico, si sottolinea anche l’imprescindibilità di una collaborazione a livello internazionale che sia capace di abbattere le barriere commerciali, di soddisfare la domanda emergente di biocarburanti in varie regioni del mondo, ma soprattutto di sviluppare ulteriori analisi sulle materie prime più adatte per produrli, senza compromettere la sicurezza alimentare.