• Articolo , 17 febbraio 2009
  • La luce ‘verde’ dell’Ariston

  • Riflettori ‘verdi’ apriranno questa sera il Festival di Sanremo. Anche quest’anno il Teatro Ariston, sede della manifestazione, ha stretto l’accordo con Enel Energia per la fornitura della corrente elettrica prodotta esclusivamente da fonti rinnovabili

In questo tanto parlare trova il giusto spazio l’orgoglio del proprietario del teatro Ariston, Walter Vacchino nonché membro del Consiglio di Presidenza Anec e Presidente AGIS Liguria, nel presentare l’accordo fra lo stesso Teatro Ariston e Enel Energia per la fornitura di corrente elettrica al Festival della Canzone Italiana di Sanremo prodotta esclusivamente da fonte rinnovabile. Una scelta che, per il secondo anno consecutivo, permette alla manifestazione canora di partecipare attivamente, alla lotta contro il surriscaldamento globale e alla riduzione delle emissioni di CO2, innescando così un circolo virtuoso amico dell’ambiente coniugando i diversi mondi dello spettacolo, dell’industria e dell’ambiente apparentemente inconciliabili. L’importanza relativa all’accordo diventa evidente se si riflette sui consumi relativi alla struttura che ammontano a circa 1 milione di kWh all’anno, l’equivalente di più di 350 mila famiglie o di 25 negozi, in relazione ai quali, Enel Energia, fornirà, anche per il 2009, le certificazioni RECS, Renewable Energy Certificate System. I certificati RECS sono speciali certificati emessi nell’ambito di un sistema di certificazione internazionale che coinvolge 25 Paesi Europei, istituito per finanziare, su base volontaria, la generazione di energia verde. L’obiettivo, quindi, come sottolinea Walter Vacchino, resta quello di continuare ad utilizzare esclusivamente energia prodotta da fonte rinnovabile al fine di celebrare un festival nuovamente all’insegna dell’efficienza energetica e del rispetto dell’ambiente, consolidando una tendenza proiettata ad una maggiore responsabilità ambientale sempre più diffusa. L’adesione della manifestazione a tale pratica strettamente connessa al concetto di sviluppo sostenibile, come sottolinea Simone Lo Nostro, Responsabile Vendite Corporate, Marketing e Supply della Divisione Mercato di Enel, rappresenta una maturità ormai acquisita rispetto alle tematiche ambientali, quali fenomeni legati non più a pochi soggetti particolarmente coinvolti, ma una necessità per tutti i clienti.