• Articolo , 20 maggio 2011
  • La Malesya rincorre la Green Economy

  • Guidata dai consigli e con il sostegno attivo di alcuni dei più illustri esperti imprenditoriali, scientifici ed economici del mondo, la nazione asiatica si appresta a disegnare un percorso di crescita a basse emissioni di carbonio

(Rinnovabili.it) – Green Economy. Tutti la vogliono, nessuno è riuscito a realizzarla (su scala nazionale). A rincorrere il “sogno” di un’economia completamente _low carbon_ e basata su un uso efficiente delle risorse ora è anche la Malaysia. Il paese asiatico ha, infatti, deciso di lanciare un ambizioso piano per costruire una “economia verde” con l’aiuto di un consiglio consultivo che comprende, tra gli altri, l’economista Jeffrey Sachs ed il capo ONU sui cambiamenti climatici.
L’iniziativa fa parte della serie di riforme economiche avviate dal primo ministro Najib Razak a partire dalla sua elezione due anni fa, per spingere il paese verso lo status di nazione sviluppata entro il 2020. “L’obiettivo ambizioso della Malesia è di ridurre la povertà e contemporaneamente raggiungere un’economia verde”, ha affermato Najib a margine del Global Science Advisory Council di New York. “Riteniamo che l’innovazione scientifica e tecnologica costituisca la chiave per raggiungere tale obiettivo, guidati dai consigli e il sostegno attivo di alcuni dei più illustri esperti imprenditoriali, scientifici ed economici del mondo”.
“Questi esperti – ha spiegato il primo ministro – saranno contattati per collaborare attivamente con le principali istituzioni e agenzie malesi al fine di sviluppare una strategia che porti risultati il più rapidamente possibile nel settore dell’olio di palma, nella creazione di _smart city_ e di _smart village,_ e nel campo dell’istruzione”.