• Articolo , 4 giugno 2009
  • La Mercedes sperimenta l’alimentazione ad idrogeno

  • Grazie alle nuove tecnologie la mobilità a zero emissioni non sembra così lontana. Sarà necessaria tenacia e collaborazione tra industrie, privati e settore energetico

(Rinnovabili.it) – Si è concluso in California l’ “Hydrogen Road Tour 09”, organizzato a Chula Vista dalla “California Air Resources Board” (CARB), “California Fuel Cell Partnership” (CaFCP), “Powertech Labs”, “National Hydrogen Association” e “U.S. Fuel Cell Council”.
Tra i partecipanti la Mercedes, con l’autovettura ad idrogeno “Classe A F-CELL”, che ha terminato, proprio in questa occasione, i cinque anni di prove su strada in Usa. Per quattro anni trenta di queste vetture hanno circolato negli Stati Uniti in mano a clienti di agenzie governative, università e aziende pubbliche e sottoposte a numerosi test.
Il tour, durato nove giorni, ha visto sfilare esemplari di varie case automobilistiche, a dimostrazione che ci sono stati molti progressi nel campo dell’alimentazione ad idrogeno.
La manifestazione, dopo aver percorso 1800 miglia e attraversato 28 località, si è conclusa a Vancouver, l’ultima tappa.
I veicoli in questione saranno ora sostituiti da nuovi denominati Classe “B F-CELL”, alimentati da pile a combustibile compatte e prodotte in serie limitata. Il modello ovviamente non emette sostanze nocive e risulta adattabile per brevi e lunghe percorrenze, vantando un’autonomia di circa 400 km con un pieno. La realizzazione di questo progetto necessita della cooperazione tra le industrie petrolifere, gli enti politici, gli investitori privati e il settore energetico, così come è stato per le sperimentazioni sull’idrogeno.
Va inoltre garantita una rete di distributori di carburanti che renda possibile la circolazione e l’approvvigionamento dei nuovi mezzi. Se tutto ciò si dovesse verificare sarebbe un importante passo verso la mobilità sostenibile e ad emissioni zero.