• Articolo , 1 luglio 2010
  • La mobilità di Siviglia è sempre più a zero emissioni

  • La municipalità e l’Alleanza Renault-Nissan collaborano per accelerare l’adozione della mobilità elettrica da parte della città spagnola

(Rinnovabili.it) – Siviglia, dal punto di vista della mobilità sostenibile, è al centro di un progetto unico in Europa e che, insieme a Barcellona e Madrid, la renderà tra le prime realtà del vecchio continente a poter contare su un sistema di trasporti a zero emissioni: duemila veicoli e 500 punti di ricarica entro il 2010 e la possibilità e l’intenzione di replicare i risultati.
Una ‘best practies’ che prende il nome di *Piano Movele,* ma che a Siviglia non basta e per premer l’acceleratore sulla diffusione dei veicoli elettrici ha in questi giorni stretto un accordo strategico con l’Alleanza Renault-Nissan.
Nei quattro anni di collaborazione che verranno, saranno portate avanti una serie di azioni coordinate che avranno come centrale operativa il parco scientifico Cartuja 93. Nel dettaglio verranno: programmate esperienze pilota di utilizzo dei veicoli elettrici all’interno del complesso di Cartuja 93; promosse commercializzazione e utilizzo di tali mezzi nel centro urbano a partire dal 2011; organizzati eventi e attività pedagogiche destinate a far conoscere questa nuova formula di mobilità; ricercate imprese e associati intenzionati ad acquistare un parco di veicoli a zero emissioni. Alfredo Sánchez Monteseirín, sindaco di Siviglia ha dato il suo impegno, inoltre, alla fattiva promozione di una rete di ricarica urbana nelle zone e nei parcheggi pubblici.