• Articolo , 28 marzo 2008
  • La mobilità sostenibile invade la Danimarca

  • Nuovo accordo tra Renault-Nissan ed il governo danese per la diffusione dei veicoli elettrici

Dopo l’accordo firmato lo scorso 21 gennaio 2008 a Gerusalemme con il governo israeliano, prosegue in Danimarca il Project Better Place. Si tratta, di fatto, di un progetto privato, guidato dal manager Shai Agassi, in collaborazione con il Gruppo Renault-Nissan, il cui scopo è rendere l’auto elettrica un veicolo di massa, realizzando accordi con alcuni governi internazionali. Di questi giorni è, infatti, l’accordo per la fornitura ai consumatori danesi, nel 2010, di veicoli Renault al 100% elettrici, in grado di rispettare la normativa europea e di garantire zero emissioni. Le performance saranno simili ad un motore a benzina grazie ad una batteria agli ioni-litio evoluta che risponde ai bisogni dei veicoli elettrici e che sarà prodotta su larga scala. Al governo danese spetterà il compito di sostenere i clienti mediante opportuni incentivi fiscali, mentre Better Place Denmark punta a sviluppare una catena di stazioni per le batterie che permetterebbe di ricaricare le auto rapidamente, rimuovendo così uno dei maggiori ostacoli all’adozione su larga scala dell’auto elettrica. Altri paesi si sono già fatti avanti con Agassi chiedendogli di esportare il “Project Better Place”, e fra questi l’India e la Cina.