• Articolo , 7 settembre 2010
  • La mobilità sostenibile viaggia ‘Sotto il sole etrusco’

  • Finanziato dalla UE, il progetto Under The Etruscan Sun si propone di portare anche all’interno dei piccoli centri urbani un nuovo modello di trasporto sostenibile. Obiettivo: realizzare due autobus ibridi alimentati grazie al sole e al biodiesel prodotto dagli oli esausti da cucina

(Rinnovabili.it) – E’ stato ribattezzato “ETRUSCAN”:http://www.lifeetruscan.eu/ l’ambizioso progetto nato grazie al co-finanziamento dell’Unione Europea, nell’ambito del LIFE+, che vuole portare un modello di mobilità più rispettosa dell’ambiente anche all’interno dei piccoli centri urbani. _Under The Etruscan Sun: Environmental friendly Transport to RedUce Severe Climate change ANthropic factors_: questo il nome completo del programma, che è stato avviato qualche mese fa e ha registrato l’adesione di molte piccole e gradi amministrazioni locali e atenei, coordinate dalla Provincia di Viterbo. Partner di questa iniziativa sono infatti l’Universita’ della Tuscia, il Comune di Acquapendente, la Oregon Spa, l’Associazione Punti di Vista, e la Provincia di Savona. L’obiettivo non è solo promuovere nuovi modelli di mobilità sul territorio ma mettere in pratica idee e buone pratiche per realizzare due autobus innovativi, da 22 posti, alimentati da fonti non fossili: elettricità prodotta grazie ai moduli fotovoltaici e biodiesel prodotto da oli esausti provenienti dal settore della ristorazione.
Il progetto prevede diverse fasi, sia per ciò che riguarda gli aspetti relativi all’innovazione sia sul fronte della “dimostrazione” sul campo delle potenzialità di questi mezzi ecosostenibili. Superata una prima fase di raccolta di informazioni e dati, si è passati ad una seconda fase che prevede l’ideazione e la creazione dei prototipi di autobus e delle stazioni di ricarica. Un lavoro che è stato affidato alla Oregon Group e che è stato avviato nei cantieri di Savona. La prima navetta dovrebbe essere completata entro il prossimo dicembre, mentre bisognerà aspettare il gennaio 2011 per vedere su strada anche la seconda e completare il servizio di trasporto che verrà messo a disposizione degli studenti e dei turisti che visiteranno la provincia di Viterbo.
Il progetto, attualmente, ha come scopo anche quello di diffondere direttamente tra i banchi di scuola la cultura della mobilità sostenibile. Per questo gli organizzatori di ETRUSCAN si sono rivolti ai dirigenti scolastici degli istituti medi e superiori viterbesi per invitare le classi a compiere un vero e proprio percorso formativo che comprende incontri in aula per affrontare i nodi principali legati alla tutela dell’ambiente e all’adozione di uno stile di trasporto più green ma anche un viaggio didattico a bordo dei veicoli puliti.