• Articolo , 25 febbraio 2010
  • La Provincia di Venezia e gli interventi a favore dell’ambiente

  • “Esprimiamo la nostra contrarietà al blocco del traffico di domenica prossima poiché aderiscono solo 4 Comuni su 44. Se la chiusura fosse fatta su vasta area potrebbe dare importanti risultati, altrimenti è un intervento poco significativo”. Con queste parole la presidente della Provincia Francesca Zaccariotto è intervenuta sul blocco del traffico che domenica prossima interesserà […]

“Esprimiamo la nostra contrarietà al blocco del traffico di domenica prossima poiché aderiscono solo 4 Comuni su 44. Se la chiusura fosse fatta su vasta area potrebbe dare importanti risultati, altrimenti è un intervento poco significativo”. Con queste parole la presidente della Provincia Francesca Zaccariotto è intervenuta sul blocco del traffico che domenica prossima interesserà alcuni Comuni della Provincia.

Per la prima volta dopo tre anni, quest’anno sono stati messi a bilancio 90 mila euro per la trasformazione a metano/Gpl degli impianti di alimentazione della autovetture, l’iniziativa è stata presentata nei giorni scorsi dall’assessore provinciale ai trasporti Mario Dalla Tor. La presidente Zaccariotto ha aggiunto: “Targhe alterne e domeniche a piedi tecnicamente servono a ben poco: la domenica polveri sottili e inquinamento scendono grazie al minor traffico, e il lunedì si ritorna daccapo. Servono, semmai, interventi strutturali e tecnici sugli autoveicoli e sui sistemi di riscaldamento. Si pensi, ad esempio, alle enormi superfici dei tetti degli edifici scolastici o anche dei terreni demaniali: se si riuscisse ad utilizzarle per il posizionamento di pannelli fotovoltaici si produrrebbe buona parte dell’energia necessaria per il riscaldamento, e in modo pulito”.

La presidente ha concluso: “E’ attivo il tavolo tecnico degli assessorati alla Mobilità e all’Ambiente per l’attivazione di una task force per il lavaggio delle strade intorno a scuole, ospedali, ricoveri per anziani: è lo strumento più efficace per eliminare le polveri sottili, i PM10. Con il Comune di Venezia, stiamo studiando la maniera per destinare ai cittadini la quota spettante alla Provincia del “bollino blu” (1,5 euro su 15), in forma di buoni per i parcheggi scambiatori. Inoltre, doteremo le fermate dei mezzi pubblici di speciali pensiline che, facendo scendere un velo d’aria, impediranno l’ingresso delle polveri sottili, migliorando così la qualità dell’aria che respirano gli utenti costretti alle attese in zone molto trafficate. Insomma, nel rispetto delle sue specifiche competenze e in un momento pesante per l’economia, la Provincia di Venezia dà grande importanza e priorità alle problematiche ambientali, nella consapevolezza che sono direttamente connesse alla qualità della vita e alla salute dei cittadini”. Un altro intervento che si potrà effettuare attraverso finanziamenti regionali riguarda la progressiva sostituzione dei pullman per il trasporto pubblico con alimentazione a metano o Euro 5.