• Articolo , 28 maggio 2009
  • La Regione mette in campo nuove iniziative per le aree protette

  • “Il complesso di iniziative nei parchi del Lazio rappresenta un proseguimento delle attività che le aree protette della nostra Regione hanno messo in campo da tempo, per migliorare i rapporti con i cittadini e per aumentare la sostenibilità nei parchi”. Lo afferma l’Assessore regionale all’Ambiente e Cooperazione tra i popoli, Filiberto Zaratti, commentando le novità […]

“Il complesso di iniziative nei parchi del Lazio rappresenta un proseguimento delle attività che le aree protette della nostra Regione hanno messo in campo da tempo, per migliorare i rapporti con i cittadini e per aumentare la sostenibilità nei parchi”. Lo afferma l’Assessore regionale all’Ambiente e Cooperazione tra i popoli, Filiberto Zaratti, commentando le novità emerse durante il convegno ‘I parchi verso un futuro sostenibile’. “Il lancio degli incentivi per la mobilità sostenibile, la creazione della rete degli Ecopoint, l’uscita della nuova rivista delle aree protette ‘Pan’, la pubblicazione di nuovi libri dedicati ai ragazzi, sono tutte iniziative importanti – spiega – e utili per avvicinare i cittadini del Lazio ai Parchi. La nostra azione nei Parchi, inoltre, è fatta anche di azioni strutturali in grado di aumentare la sostenibilità complessiva delle attività nelle aree protette. Stiamo mettendo a punto incentivi per 15 milioni di euro che serviranno a promuovere le energie rinnovabili e l’efficienza energetica all’interno dei Parchi – proseguendo le azioni che abbiamo iniziato negli anni scorsi con il progetto di solarizzazione – che in questa maniera diventeranno dei veri e propri laboratori operativi per la sostenibilità in aree delicate e sensibili come quelle dei Parchi”.
Saranno realizzati finanziamenti agevolati, per 15 milioni di euro, a tasso zero e con garanzie in grado di assumere la quota di rischio. Questo combinato sarà in grado di agevolare l’investimento in fonti rinnovabili, favorendo la finanzi abilità degli investimenti. I settori sui quali si investirà sanno il fotovoltaico di piccola taglia fino a 100 kWp, il solare termico di medie dimensioni e l’eolico di potenza compresa tra 20 kWe e i 200 kW. Dimensioni queste considerate compatibili con le esigenze di tutela delle aree protette.

Uno sconto fino a 1.000 euro per chi cambia la vecchia due ruote a benzina con una ecomoto elettrica. Sconto che sale fino a 2.000 euro a veicolo se si tratta di rinnovare il parco di un’azienda. Continua la campagna per promuovere l’uso delle due ruote pulite dell’Assessorato Ambiente e Cooperazione tra i popoli che entra nel vivo e punta a incrementare un uso più sostenibile della mobilità nella Capitale. Da oggi tutte le informazioni sulla campagna potranno essere reperite presso i nuovi Ecopoint i punti informativi per i cittadini realizzati in altrettante aree protette del Lazio. E proprio nei nuovi EcoPoint sarà possibile ricevere tutte le informazioni che riguardano gli incentivi a disposizione per favorire un consumo più rispettoso dell’ambiente (www.ecopointlazio.it). A partire appunto da quello legato alla mobilità con la campagna (500.000 euro in tutto) per le due ruote elettriche fino alle informazioni sulla spesa pulita: meno imballaggi,rifiuti e anticrittogamici.

Gli incentivi per le moto si rivolgono agli oltre 100mila motociclisti abituali che attraversano le strade di Roma. E sconti di pari entità sono previsti per i centauri di Frosinone. Il contributo è fino al 30% del prezzo complessivo d’acquisto (Iva inclusa) e prevede dei tetti massimi di spesa: 700 euro per biciclette a pedalata assistita; 700 euro per i ciclomotori; 1.000 euro per i motocicli e 2.000 euro per i veicoli elettrici commerciali. L’incentivo è uno per persona fisica e sono previsti fino a 10 incentivi nel caso delle imprese. Ecco dove sono attivi i primi ‘punti ecologici’: riserva Monte Rufeno; riserva Nazzano,Tevere-Farfa; parco Monti Simbruini; ente RomaNatura e CREIA del parco naturale dei Castelli Romani.

VISITE ED ESCURSIONI NEI PARCHI

Giorni verdi, coordinato dall’Agenzia Regionale per i Parchi (ARP), raccoglie le attività organizzate dalle Aree protette, una serie di appuntamenti da giugno a settembre 2009: escursioni e passeggiate naturalistiche, attività alla scoperta della geologia del territorio, passeggiate dedicate ai bambini e alle famiglie, e ancora alla scoperta del cielo e delle stelle per celebrare l’anno dell’astronomia, immersi nella natura delle aree protette del Lazio al fine di festeggiare con eventi, mostre e manifestazioni i 30 anni dalla prima istituzione. Torna anche ‘Parco anch’io’, l’iniziativa che offre ai cittadini una serie di escursioni il sabato e la domenica gratuite con partenza in pullman da Roma e destinazione le aree protette che propongono ai visitatori una giornata a contatto con la natura, le tradizioni e i tesori del nostro territorio, per un turismo più sostenibile. Basterà prenotarsi al numero verde 800-593196, dal lunedì al venerdì, dalle 10,00 alle 13,00, e partecipare alle attività accompagnati da personale esperto.

I PRODOTTI DEI PARCHI

‘Natura in Campo’, il primo programma integrato della Regione di promozione dei prodotti agroalimentari delle Aree Naturali Protette del Lazio, presenta due nuove iniziative. La prima è la pubblicazione di un manuale ‘Norme e incentivi per l’agricoltura biologica-come produrre, preparare e trasformare rispettando la natura’, strumento a supporto degli operatori del settore agroalimentare che vogliono passare al biologico. La seconda è la prima edizione del concorso “Cuochi per Natura” rivolto agli chef della regione, chiamati a ideare e realizzare piatti con al centro uno dei tanti prodotti che dispongono del Marchio.

ACQUISTI VERDI NEI PARCHI

La diffusione di pratiche degli acquisti verdi rappresenta un’importante opportunità per la collettività sotto un duplice profilo: in primo luogo, imprese e Pubbliche Amministrazioni diventano grandi acquirenti in grado di ridurre in misura significativa l’impatto ambientale derivante dai prodotti scegliendone di meno dannosi per l’ambiente; inoltre, il ricorso a prodotti a basso impatto da parte loro può dare avvio a un effetto a catena influenzando le scelte dei singoli consumatori. Per questo motivo sono stati creati un sito web (www.gpplazio.it) e un manuale che racchiude le linee programmatiche e di indirizzo per facilitare i Parchi.