• Articolo , 5 marzo 2007
  • La regione Toscana stanzia 150 milioni

  • Con una politica ambientale rivolta alle piccole e medie imprese, viene incentivato l’utilizzo delle fonti alternative e l’efficienza energetica grazie anche alla decisa partecipazione della banche toscane

Vengono messi a disposizione delle piccole e medie
imprese toscane centocinquanta milioni di euro, come fondo per gli investimenti alle energie rinnovabili. I tassi di interesse della Banca Toscana e Mps Leasing & Factoring saranno molto contenuti. Inoltre si faranno cogaranti, coprendo insieme fino all’80% del rischio, Fidi Toscana, Artigiancredito toscano e Fises (Finanziaria senese di sviluppo). L’accordo si chiama “Energia Ambiente” e verrà firmato oggi nella sede della Regione Toscana.
Presenti l’assessore regionale all’ambiente, Marino Artusa e i presidenti dei cinque istituti bancari, che sosterranno i consistenti investimenti delle medie e piccole imprese della Toscana nel vasto mondo delle energie rinnovabili. Marino Artusa ha dichiarato: “Un sostegno importante allo sviluppo delle fonti di energia pulita, e dunque alle politiche energetiche regionali e all’obiettivo che ci siamo posti di raggiungere, il 50% di energia elettrica da fonti rinnovabili”.Gli investimenti potranno riguardare non solo la realizzazione di impianti di produzione, ma anche l’efficienza energetica degli stabilimenti.
(fonte Agi)