• Articolo , 10 febbraio 2011
  • La super cella solare? Con SolarWindows basta uno spruzzo

  • E’ ancora solo un prototipo, ma ha il vantaggio di potersi applicare sul vetro a temperatura ambiente e senza la necessità di creare il sottovuoto

(Rinnovabili.it) – La tecnologia ha fatto la sua prima apparizione pubblica nell’autunno 2010 con il lavoro svolto da Xiaomei Jiang presso l’University of South Florida. Ora la società New Energy Technologies è pronta a mostrare al mondo il primo prototipo funzionante e a promettere che la sua SolarWindow surclasserà gli attuali film sottili. Perché tanto entusiasmo? Perché stando a quanto riporta la società il prodotto non è altro che uno spray fotosensibile in grado di produrre energia sia dalla luce naturale e artificiale.
Il vantaggio risiede anche nella possibilità di applicare lo spray a temperatura ambiente su qualsiasi substrato in vetro senza inficiarne la trasparenza e senza bisogno del sottovuoto. SolarWindow è realizzata con piccolissime celle solari, della dimensione inferiore ad un quarto di chicco di riso, ottenendo un decimo dello spessore degli attuali film sottili in commercio. Sul prototipo presentato questa settimana un dispositivo flessibile e trasparente di 30,5 cm2, non sono stati rivelati i dettagli tecnici. Ad oggi si sa solo che i ricercatori sono riusciti ad eliminare uno dei maggiori ostacoli per la realizzazione di un prodotto fotovoltaico trasparente, vale a dire la presenza del metallo, impiegando “residui non metallici” come conduttori negativi.