• Articolo , 29 maggio 2007
  • La Svizzera punta sull’energia del vento

  • Il settore eolico rappresenta attualmente un prodotto di nicchia nella confederazione elvetica, ma il potenziale attribuitogli dagli esperti è alto. E dal prossimo anno partiranno i finanziamenti statali a beneficio di tale tecnologia

Nel corso di un congresso dal titolo “Attenti al vento! L’energia eolica è in partenza!”, la Suiss Eole, associazione elvetica per la promozione dell’energia eolica, ha fatto il punto sul potenziale di tale tecnologia, attualmente poco diffusa nella confederazione. Il presidente dell’associazione, Robert Horbaty, ha spiegato che “il crescente interesse verso questo tipo di energia è dimostrato anche dal numero sempre maggiore di domande poste all’associazione”. Anche presso l’Ufficio Federale dell’Energia (UFE) i telefoni non smettono di squillare: “Riceviamo ogni giorno delle chiamate da parte di persone interessate. Non si tratta solo di contadini che vogliono costruire un piccolo impianto eolico sul loro terreno, bensì anche di banche e importanti investitori che hanno deciso di puntare sulle energie rinnovabili”, afferma il vicedirettore dell’UFE, Michael Kaufmann. Per tale motivo il governo elvetico ha deciso di sostenere il settore con un incentivo che verrà dato a partire dal 2008: tramite l’introduzione del principio di copertura dei costi di produzione effettivi, i costi supplementari di questo tipo di energia non saranno più riversati sul singolo cittadino, bensì sull’insieme della popolazione. Una forma di “solidarietà”, come lo stesso Kaufmann la definisce. (fonte SwissInfo.org)