• Articolo , 12 luglio 2011
  • La Svizzera si propone come modello di edilizia verde per gli States

  • Per il capo del DATEC, Doris Leuthard, “nel campo della costruzione di edifici a basso consumo energetico gli USA potrebbero imparare dalla piccola Confederazione”

(Rinnovabili.it) – L’efficienza energetica in ediliza è un campo in cui la Svizzera non teme rivali. Grazie ad un know-how di alto livello ed eperienze di successo la nazione elvetica è ora pronta a dare lezioni per arricchire la conoscenza di chi in questo settore ancora zoppica. E’ il caso degli Stati Uniti, come ha rivelato Doris Leuthard, capo del _DATEC_ (Dipartimento dell’ambiente, dei trasporti e dell’energia comunicazioni) da ieri a Washington per una serie di incontri con esponenti del Governo americano. In occasione dell’incontro con il vice segretario del DOE, Arun Majumdar, i due leader hanno discusso della questione energetica e in particolar modo degli strumenti per stabilizzare il consumo di energia. L’amministrazione americana sembrerebbe essere particolarmente interessata a come la Svizzera sia riuscita ad imporre regole a livello nazionale per l’efficienza energetica in edilizia, nonostante l’industria delle costruzioni sia regolamentata a livello cantonale.
Se la speranza del ministro svizzero è quella di rendere istituzionale la collaborazione, soprattutto in tema di edifici a basso consumo energetico, le parole rivolte nei confronti della politica climatica americana sono dure; gli Usa si oppongono ad un accordo internazionale punta la maggior parte degli sforzi energetici sulle riserve di gas naturale, ha ricordato Leuthard che in giornata ha incontrato anche Todd Stern, inviato speciale di Washington presso la Convenzione quadro dell’Onu sui cambiamenti climatici.