• Articolo , 14 aprile 2010
  • La UE premia chi risparmia energia

  • Premiati oggi a Francoforte i 24 vincitori dei Premi europei GreenLight e GreenBuilding. Un riconoscimento va anche all’Italia grazie alle eco-misure adottate dall’asilo nido del comune di Cologno Monzese

(Rinnovabili.it) – In tema di sostenibilità il risparmio energetico è uno delle poche misure in grado di accontentare tutti, sia chi incita alla riduzione dei consumi e dell’impronta ecologica sia chi si trova a dover scegliere una soluzione in tal senso che si dimostri anche economicamente vantaggiosa. E se la situazione win-to-win di alleggerire la bolletta tagliando le proprie emissioni non dovesse bastare per convincere a riformulare gli stili di vita ci pensa l’Unione Europea con GreenLight e GreenBuilding, due premi specificatamente dedicati alle organizzazioni pubbliche e private che operino scelte votate all’efficienza energetica. Istituiti dalla Commissione europea rispettivamente nel 2000 e nel 2005 e gestiti dal Centro comune di ricerca della Commissione europea (CCR), i riconoscimenti promuovono tutte quelle azioni di riduzione volontaria dei consumi elettrici e termici nel campo dell’illuminazione e dell’edilizia.
Per l’edizione 2010 dei Premi, il CCR ha selezionato 24 vincitori sugli oltre 700 partecipanti in tutta Europa, ai quali vanno le congratulazioni unanimi di Máire Geoghegan-Quinn, commissario europeo per la ricerca, l’innovazione e la scienza, e Günther Oettinger, commissario europeo per l’energia: “Si tratta della prova vivente che le organizzazioni che investono ed innovano nel campo dell’efficienza energetica possono arrecare immensi benefici a se stesse e dare al tempo stesso un contributo importante per un’Europa più sostenibile. La diffusione di questo tipo di buone pratiche, anche grazie a premi come questi, sarà un fattore determinante per la riuscita in termini economici e ambientali della strategia Europa 2020″.

Le cerimonie di consegna si sono tenute oggi a Francoforte in occasione della conferenza “Miglioramento dell’efficienza energetica degli edifici commerciali” (IEECB’10) e tra le buone esperienze soprattutto di Spagna, Belgio e Germania, appare nella sezione GreenBuilding, categoria Nuovi Progetti anche una realtà italiana. Il nuovo asilo nido del comune di Cologno Monzese che ha saputo tagliare l’81% della domanda di energia primaria.
In realtà l’adesione ai progetti, vincitori a parte, ha portato alla Comunità importanti risultati. Solo per GreenLight a partire dall’anno della sua creazione, gli oltre 500 partner tramite la sostituzione dei vecchi sistemi d’illuminazione con lampade a basso consumo energetico e una razionalizzazione nel loro uso, hanno determinato un risparmio totale di 241 GWh/anno equivalente a 24 milioni di euro in meno nei costi correnti, oltre a 94 milioni di chilogrammi di emissioni di CO2 all’anno risparmiate all’atmosfera. Tra i migliori risultati un ufficio a Manschein, Austria, che ha ridotto dell’82% il consumo di energia primaria installando sistemi più efficienti di riscaldamento e di condizionamento dell’aria e isolando al meglio l’involucro dell’edificio ed il consiglio comunale della città di Dagda, in Lettonia, che dopo aver aderito all’iniziativa nel 2007 ha ridotto dell’85% i suoi consumi energetici per l’illuminazione.