• Articolo , 19 novembre 2010
  • L’Assessorato all’Ambiente aiuta a tenere pulita l’aria

  • La Provincia di Belluno, nello specifico l’Assessorato all’Ambiente, apre il bando per “rottamare” le vecchie stufe a legna con nuovi sistemi di riscaldamento, tecnologicamente avanzati e molto più rispettosi dell’ambiente. Se cambi la tua vecchia stufa con una nuova, Palazzo Piloni ti mette a disposizione degli sgravi sulla spesa per il nuovo impianto. Vale anche […]

La Provincia di Belluno, nello specifico l’Assessorato all’Ambiente, apre il bando per “rottamare” le vecchie stufe a legna con nuovi sistemi di riscaldamento, tecnologicamente avanzati e molto più rispettosi dell’ambiente. Se cambi la tua vecchia stufa con una nuova, Palazzo Piloni ti mette a disposizione degli sgravi sulla spesa per il nuovo impianto. Vale anche per la caldaia a gasolio, che lascia il posto a quella con impianto a gas metano o biomassa certificata ad alta efficienza.
«L’obiettivo – spiega l’assessore all’Ambiente Ivano Faoro (nella foto allegata) – è incentivare la riduzione delle emissioni in atmosfera di particolato fine (PM 10) proveniente dagli impianti di riscaldamento civile alimentati a biomassa legnosa o a gasolio mediante la concessione di contributi per la “rottamazione” e la “sostituzione” di stufe a fuoco continuo (stufe tradizionali, stufe a combustione controllata, caminetti aperti, caminetti chiusi, cucine economiche ecc.) con analoghi elementi scaldanti innovativi certificati a basse emissioni ad alta efficienza, nonché la “sostituzione” di caldaie e/o bruciatori a gasolio con analoghi impianti a gas o biomassa certificati ad alta efficienza».

Sono destinatari del sostegno finanziario:

le persone fisiche residenti in Provincia di Belluno proprietari e/o affittuari di unità abitative in edifici residenziali ad uso privato ubicati nei Comuni della Provincia di Belluno;
I condomini formalmente costituiti ubicati nei comuni della Provincia di Belluno.
Il bando è valido a partire da lunedì 13 settembre 2010 fino ad esaurimento dei fondi stanziati.