• Articolo , 13 marzo 2009
  • Lazio, istituita la Consulta “Ambiente e Legalità”

  • L’Assessore Zaratti: “Rafforzare le azioni per reprimere gli illeciti ambientali”

Si oggi a Roma, alla presenza dell’Assessore regionale all’Ambiente Filiberto Zaratti, la prima riunione della Consulta “Ambiente e Legalità” istituita presso l’Assessorato all’Ambiente e alla Cooperazione tra i Popoli della Regione Lazio con l’obiettivo di realizzare supporto uno strumento per le Istituzioni nei confronti degli illeciti ambientali. Alla nuova struttura, che si avvale del lavoro svolto dall’Osservatorio regionale Ambiente e Legalità, realizzato su progetto di Legambiente Lazio, parteciperanno rappresentanti di Prefetture, Forze dell’Ordine e Associazioni Ambientaliste, del mondo dell’imprenditoria, delle rappresentanze sindacali e di altri soggetti competenti, in materia di tutela ambientale. Uno strumento quanto mai necessario come sottolineano i risultati del lavoro dell’Osservatorio. “Le chiamate al numero verde (800-911-856) in 26 mesi di attività – ha affermato Filiberto Zaratti, Assessore all’Ambiente e Cooperazione tra i Popoli della Regione Lazio – sono state 783 e di queste ben 224 sono diventate esposti rivolti alle Autorità competenti. La nostra Regione, secondo il rapporto Ecomafie di Legambiente, sul fronte degli illeciti ambientali è al quarto posto e quasi un reato ambientale su dieci si compie nel Lazio: nel 2007 l’8,6% delle infrazioni ambientali su scala nazionale ha interessato il territorio laziale, con 1.882 persone denunciate, 27 arrestate e 714 sequestri effettuati, in pratica 7 reati al giorno. Rispetto al 2006 si è verificato un incremento del 43% e per questa ragione abbiamo deciso di agire con nuovi strumenti, come quello della Consulta “Ambiente e Legalità” che si aggiunge all’Osservatorio, alla convenzione tra Assessorato regionale all’Ambiente e i Noe dei Carabinieri e alle iniziative di controllo sul territorio come la Task Force per la tutela delle acque”.

“Il fenomeno dell’abusivismo edilizio nella nostra Regione è grave e indicativo. Negli ultimi quattro anni, secondo i dati regionali sono stati 29.233 gli abusi edilizi, oltre 20 al giorno. In particolare il fenomeno è molto presente nella Provincia di Latina dove si è registrato il 17% degli illeciti edilizi con 5.054 abusi. Sul fronte del ciclo dei rifiuti – prosegue l’Assessore – si passa dal 2007 al 2008 da 209 a 288 tra reati e infrazioni; in quello del cemento dai 696 ai 661, mentre i reati legati all’arte e ai reperti archeologici scendono da 178 a 166”.

“Si tratta di una situazione complessa nella quale a trend in diminuzione si alternano altri in crescita, numeri che impongono massima allerta. Per questo motivo – conclude Zaratti – abbiamo intenzione di rafforzare le azioni intraprese fino ad oggi e ne creeremo di nuove, come appunto l’istituzione della Consulta “Ambiente e Legalità”.