• Articolo , 12 novembre 2010
  • Le aree marine protette e i parchi della Campania devono diventare comunità sostenibili

  • Le aree marine protette e i parchi della Campania devono diventare comunità sostenibili: FormezPa e Ministero dell’Ambiente incontreranno mercoledì 17 novembre a Napoli, presso lo Starhotels Terminus, in Piazza Garibaldi 91, a partire dalle 10,30, le trentuno aree selezionate dal progetto per dare loro tutte le istruzioni d’uso su come avviare un percorso verso la […]

Le aree marine protette e i parchi della Campania devono diventare comunità sostenibili: FormezPa e Ministero dell’Ambiente incontreranno mercoledì 17 novembre a Napoli, presso lo Starhotels Terminus, in Piazza Garibaldi 91, a partire dalle 10,30, le trentuno aree selezionate dal progetto per dare loro tutte le istruzioni d’uso su come avviare un percorso verso la definizione di “comunità sostenibili”, secondo quanto previsto dagli accordi europei.

Lo ricorda l’assessore all’energia della Provincia di Benevento Gianvito Bello che sollecita la partecipazione degli interessati.
Con il workshop napoletano, che peraltro si inserisce in un contesto di incontri interregionali, l’intendimento del FormezPa e Ministero dell’Ambiente è quello di rappresentare ai territori tre modelli di comunità sostenibile a seconda delle loro caratteristiche di partenza: semplificato/base, articolato ed a rete pubblica, avanzato/integrato ed a rete pubblica/privata.
Il workshop sarà diviso in due sessioni: durante la mattinata è previsto l’incontro di esperti del settore ambientale (ingegneri, giuristi, economisti) con amministrazioni pubbliche, imprenditori, commercianti, artigiani, esponenti di categoria, associazioni e cittadini per presentare il progetto e per discutere degli aspetti giuridici, tecnici ed economici delle comunità sostenibili; durante la sessione pomeridiana, le 10 amministrazioni, coinvolte nel progetto-pilota, parteciperanno a un tavolo tecnico che porterà alla realizzazione di nuovi impianti ad energia rinnovabile e ad interventi di efficientamento energetico.
Nel corso dei lavori verrà anche presentata ufficialmente la “comunità di pratiche”, la piattaforma open source del portale www.climaenergia.it, dove sarà possibile continuare a dialogare virtualmente e condividere notizie, opinioni, esperienze ed altre idee per lo sviluppo delle comunità sostenibili, oltre che fruire di un’ampia gamma di supporti informatici per la condivisione dei documenti, file video, audio.