• Articolo , 1 dicembre 2008
  • Le energie rinnovabili a sostegno del settore orto-florovivaistico

  • di Antonio Gattulli Il sole, il vento, l’acqua … . Queste fonti di energia naturali non si esauriscono nel tempo a differenza dei combustibili fossili con cui il settore agricolo vuole chiudere definitivamente. Possono essere sfruttate con pannelli solari o sistemi fotovoltaici e con impianti eolici. Altre fonti rinnovabili derivano direttamente dalle produzioni e dai […]

di Antonio Gattulli
Il sole, il vento, l’acqua … . Queste fonti di energia naturali non si esauriscono nel tempo a differenza dei combustibili fossili con cui il settore agricolo vuole chiudere definitivamente. Possono essere sfruttate con pannelli solari o sistemi fotovoltaici e con impianti eolici. Altre fonti rinnovabili derivano direttamente dalle produzioni e dai sottoprodotti dell’agricoltura. Chiaro allora che l’azienda agricola può dunque essere contemporaneamente utilizzatrice e produttrice di energia derivante da fonti rinnovabili.
Della convenienza economica nell’utilizzare queste fonti e dei benefici che si ottengono per l’ambiente si parlerà nel corso di un workshop sul tema: “Produzione di energia da fonti rinnovabili per il settore orto-florovivaistico”. L’evento, organizzato dalla società di consulenza globale Vueffe Consulting S.r.l. con il patrocinio dell’assessorato alle politiche agroalimentari della Regione Puglia, della Provincia di Bari e del Comune di Terlizzi, si svolgerà venerdì 5 dicembre alle ore 17 presso l’ l’aula magna dell’I.I.S.S. “G. de Gemmis” di Terlizzi.
Dopo il saluto del sindaco di Terlizzi Vincenzo Di Tria e dirigente scolastico del “de Gemmis” Maria Testa, sarà l’agronomo Francesco Vendola, amministratore unico della Vueffe Consulting Srl, ad aprire i lavori che saranno coordinati da Roberto de Petro giornalista della produzione Agrisette di Telenorba. Dello stato dell’arte sulle energie alternative parleranno Fabrizio Rossi e Federico Martellino della società Agriconsulting, Antonio Pantaleo docente della facoltà di agraria di Bari e infine Anna Maria Cilardi, funzionario dell’assessorato alle risorse agroalimentari della Regione Puglia. Gaetano Troise di AB Energy e Nicola Mercurio del Gruppo Etis porteranno un contributo pratico per quanto concerne l’impiantistica mentre sugli aspetti normativi ed economici si soffermeranno Riccardo Figliolia di Confapi e Gianluca Pagano della Vueffe Consulting Srl.
Obiettivo del workshop è quello di trasferire precise informazioni sullo stato dell’arte in materia di energie alternative in Puglia; in particolare si cercherà di fornire elementi utili, nonché esempi concreti di applicazione delle tecnologie in questione, finalizzate al soddisfacimento del fabbisogno energetico aziendale. Gli elementi forniti durante il convegno metteranno gli imprenditori agricoli nelle condizioni di poter effettuare scelte più oculate per quanto riguarda l’approvvigionamento energetico delle proprie aziende.
“L’utilizzo intelligente dell’energia, fonti rinnovabili, risparmio ed efficienza energetica, sono esempi virtuosi di sostenibilità ambientale – dichiara l’amministratore unico della Vueffe Consulting S.r.l. – sono temi di interesse globale e locale. Con il workshop vogliamo aprire una riflessione sulle opportunità, anche finanziarie, offerte per migliorare la situazione e raggiungere, così, traguardi sempre più ambiziosi. Il convegno, oltre che a rappresentare un’occasione di confronto per esperti e imprenditori, è utile per contribuire a formare una coscienza dei reali rischi per l’ambiente che si stanno vivendo ai giorni nostri. Non a caso abbiamo scelto l’istituto “de Gemmis” quale sede dei lavori. Siamo convinti che educando i giovani si avranno, un domani, persone responsabili e sensibili al risparmio energetico e, più in generale, ai temi dell’ecologia”.