• Articolo , 24 novembre 2010
  • Le giovani eccellenze italiane dell’eco-design premiate al SYDA 2010

  • Si è chiusa con la cerimonia di premiazione a Milano l’edizione 2010 del Samsung Young Design Award, il concorso aperto alla “Next Design Generation” organizzato da Samsung con il patrocinio dell’Associazione per il Disegno Industriale

(Rinnovabili.it) – Sono giovani talenti italiani che hanno saputo dare vita con creatività a progetti innovativi di eco-design con cui aiutare a migliorare la qualità della vita e dell’ambiente di lavoro. E’ questo il ritratto dei giovanissimi partecipanti alla edizione 2010 del del _SYDA – Samsung Young Design Award,_concorso dedicato ai protagonisti della Next Design Generation organizzato da Samsung con il patrocinio dell’Associazione per il Disegno Industriale. Un concorso che ha visto trionfare nelle differenti categorie progetti innovativi che hanno saputo realizzare al meglio il tema della quarta edizione del concorso, focalizzato quest’anno sul _”Rendere la sostenibilità divertente con i prodotti digitali”._
Il primo premio da 5.000 euro è andato quest’anno al progetto presentato da Marina Cinciripini e Giovanni Carati (Gruppo “Bella Regaz”) del Politecnico di Milano, con il progetto _Ivo l’incentivo._ Un dispositivo touch screen che calcola i tragitti percorsi con mezzi eco-sostenibili. A questo progetto la giuria ha riservato il gradino più alto del podio perché è riuscito a promuovere “comportamenti virtuosi, collegando diverse tipologie di mobilità sostenibile in un unico flusso. Ivo l’Incentivo è uno strumento realistico e utile – si legge nelle motivazioni della giuria – che potrebbe essere adottato presto dalle amministrazioni locali”.

Al secondo posto ex aequo si sono classificati, aggiudicandosi un premio da 3000 euro, due progetti di studenti dell’Isia di Roma: _Horde,_ di Nicolo’ Merendino, pensato per i ciclisti e _Robin Food,_ di Martina Muggiri e Raissa Trici (Gruppo “La gatta e la volpe”), un dispositivo che va applicato al frigorifero e segnala i prodotti vicini alla scadenza, suggerendo ricette per minimizzare gli sprechi. Al progetto _Soap-Up_ di Marta Tosco e Chiara Bracale è andato, infine, il terzo posto.
I dieci progetti finalisti saranno esposti in una mostra organizzata alla Triennale di Milano fino al prossimo 27 novembre ma gli organizzatori già pensano all’edizione 2011. Il tema del prossimo concorso sarà _New Electronics for new Families_ che dovrà ispirare i progetti degli studenti italiani nel realizzare prodotti, servizi, sistemi e applicazioni innovative dell’elettronica, tenendo in considerazione gli importanti e continui cambiamenti nelle relazioni tra i membri di una famiglia.