• Articolo , 22 giugno 2009
  • Le Ong contro il climate change: 2 gradi in più sono troppi!

  • Se la temperatura dovesse innalzarsi di due gradi i danni sarebbero irreversibili e innumerevoli. I rischi maggiori sono per gli ecosistemi più complessi come la Barriera corallina e il Circolo polare Artico

(Rinnovabili.it) – In vista della conferenza sul clima di Copenhagen, che si terrà a dicembre, le associazioni non governative, tra cui anche il Wwf, hanno presentato un piano di prevenzione rivolto ai governi.
Tema centrale è l’impegno che è necessario prendere in maniera tempestiva, per impedire che la temperatura si alzi ulteriormente, danneggiando milioni di persone. Le Ong hanno suggerito di tutelare gli ecosistemi più complessi e delicati, come il Circolo polare Artico, la Barriera corallina e l’Antartide che verrebbero seriamente ed irreversibilmente danneggiati dal climate change.
”Kyoto e’ stato un piccolo passo in avanti – riporta il dossier delle Ong – Copenaghen deve essere un passo da gigante” e continua ”un aumento della temperatura globale di 1,5 gradi potrebbe portare a impatti irreversibili” inoltre il documento suggerisce di adeguare le tecnologie per andare incontro alle politiche di sviluppo sostenibile e alla conservazione delle grandi foreste. A tal fine è stata lanciata la proposta dell’introduzione di incentivi che favoriscano i Paesi impegnati nella lotta alla deforestazione, mirando al raggiungimento dell’obiettivo della diminuzione del 75% delle emissioni dannose del settore forestale entro il 2020, con l’ulteriore volontà di azzeramento entro il 2030.