• Articolo , 5 febbraio 2008
  • Le pale eoliche interferiscono con i radar?

  • Critiche all’energia eolica se ne sono sentite un po’ di tutti i tipi, ma questa invece è davvero inedita e potrebbe creare non pochi problemi. Studi e ricerche dovrebbero dare una risposta al massimo tra un paio d’anni

Le grandi eliche bianche, che con il vento producono energia elettrica, sembra che creino una sorta di buchi neri nei campi dei radar. L’ipotesi è stata formulata dalla Nato che su questo ha istituito un’inchiesta, dopo un’ordinanza del ministero della difesa britannico: una norma che vieta la costruzione di centrali eoliche entro un raggio di sessanta miglia dagli impianti radar.
Le turbine eoliche provocherebbero appunto questi buchi nel campo radar, impedendo di rilevare, ad esempio, veivoli che attraversano un dato spazio aereo, effetto evidentemente inaccettabile per la sicurezza e la difesa aerea. Un grave problema non solo per la sicurezza, ma anche per le esigenze economiche dell’eolico (sarebbe un duro colpo per tutto questo comparto industriale). Si sta svolgendo un’indagine tecnica, di esperti di americani, inglesi, norvegesi, belgi, italiani, greci, olandesi e norvegesi per la Research & Technology Organisation della Nato. Nel 2009 ci sarà un primo report, ma lo studio finale non sarà disponibile prima di due anni.