• Articolo , 31 luglio 2009
  • Le piogge equatoriali si spostano verso nord

  • Cambiamenti climatici dovuti allo spostamento a nord della cintura delle precipitazioni equatoriali secondo i risultati di uno studio condotto da università svizzere e statunitensi

(Rinnovabili.it) – La fascia di precipitazioni equatoriali è la maggior sorgente di piogge del pianeta e condiziona le circolazioni atmosferiche dell’intero globo terracqueo.
Secondo uno studio realizzato dal PFZ (il Politecnico federale di Zurigo) e dalla Washington University, reso noto da qualche giorno, questa cintura equatoriale di precipitazioni sta lentamente spostandosi a nord.
Questo potrebbe portare tragiche conseguenze per quasi un miliardo di persone, che dipendono per la loro vita dall’acqua di queste piogge, secondo i risultati della ricerca congiunta.
D’altronde questa cintura non è stazionaria e durante gli ultimi 300 anni è slittata a nord con uno spostamento di circa 1,4 km/l’anno.
Conseguenza di questo spostamento potrebbe essere, l’impoverimento delle scorte d’acqua potabile in diverse isole del Pacifico, dove l’ipotesi potrebbe già concretizzarsi intorno al 2050. Esempio tipo è quello delle Galapagos – oggi afflitte da un clima secco, mentre nel diciottesimo secolo erano assai più piovose
“Al contrario – spiega il geologo del clima, Rienk Smittenberg – aree in cui oggi il clima è secco, in futuro potranno essere interessate da importanti piogge”. Il motivo di questo spostamento rimane sconosciuto.