• Articolo , 17 giugno 2010
  • L’ecologia che viene dal Nord

  • Ecologia, progresso e cultura protagonisti della quarta edizione del Ragnarock Nordic Festival, in programma a Milano tra giugno e ottobre. Il Festival è organizzato dall’associazione culturale non-profit Ragnarock, in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura, l’Assessorato all’Arredo, Decoro Urbano e Verde, l’Assessorato alla Ricerca, Innovazione e Capitale Umano, Assessorato all’Ambiente, Assessorato allo Sport e Tempo Libero, […]

Ecologia, progresso e cultura protagonisti della quarta edizione del Ragnarock Nordic Festival, in programma a Milano tra giugno e ottobre. Il Festival è organizzato dall’associazione culturale non-profit Ragnarock, in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura, l’Assessorato all’Arredo, Decoro Urbano e Verde, l’Assessorato alla Ricerca, Innovazione e Capitale Umano, Assessorato all’Ambiente, Assessorato allo Sport e Tempo Libero, Ufficio Relazioni Internazionali del Comune di Milano con l’obiettivo di promuovere in Italia le “buone pratiche” dei Paesi nordici (Svezia, Norvegia, Finlandia, Islanda, Danimarca) rispetto al tema della sostenibilità ambientale.

Attraverso l’arte, la musica, il design, l’economia e la politica, Ragnarock Nordic Festival vuole agevolare un rapporto di reciproca cooperazione tra organizzazioni italiane ed internazionali e stimolare lo scambio interculturale. Ragnarock si propone di coinvolgere un pubblico eterogeneo: differenti fasce di età e cultura, avviando una riflessione comune sul tema della sostenibilità.

“E’ ormai evidente che il binomio vincente della nostra epoca, e di quella che verrà, riguarda la relazione tra natura e cultura”, spiega l’assessore alla Cultura del Comune di Milano Massimiliano Finazzer Flory. “Questo significa – aggiunge l’assessore – che si può parlare di ambiente solo se si rimette al centro l’uomo, senza farne una caricatura, e il suo bisogno di spazi e di movimento”.