• Articolo , 22 settembre 2010
  • LEED Italia 2009, domani il convegno di presentazione

  • Domani, in occasione del convegno “LEED Italia per territori e quartieri ecosostenibili” avverrà la presentazione della certificazione che contiene le norme e requisiti per la costruzione e la ristrutturazione di edifici ambientalmente sostenibili

(Rinnovabili.it) – Il tour nazionale per la presentazione della certificazione *LEED – Leadership in Energy and Environmental Design * è pronto per la sua tappa capitolina. Domani 23 settembre, esattamente nella giornata in cui il mondo festeggia il World Green Building Day, il famoso standard sviluppato dall’U.S. Green Building Council (USGBC) sarà al centro del convegno _“LEED Italia per territori e quartieri ecosostenibili”_ nella sua versione italiana Il sistema è già stato applicato in oltre 100 Paesi nel mondo e racchiude le norme e i requisiti per la realizzazione o la ristrutturazione di edifici ad alta sostenibilità, sia dal punto di vista energetico che dal punto di vista dei consumo delle risorse ambientali. Il LEED Italia è il frutto di due anni di intenso lavoro di trasposizione del rating americano ad opera di “GBC ITALIA”:http://www.gbcitalia.org/che inaugurerà domani presso Palazzo Taverna la terza tappa del road show di presentazione.
All’evento presenzieranno personalità legate al mondo dell’edilizia e della sostenibilità tra cui Scott Horst, Vicepresidente del Green Building Council statunitense (“USGBC”:http://www.usgbc.org/) accanto al presidente del GBC Italia Andrea Fornasiero e al Segretario del Chapter Lazio Francesco Bedeschi.

L’evento sarà anche l’occasione per la consegna del riconoscimento da parte Horst alla sede romana dell’IFAD, il Fondo Internazionale per lo Sviluppo Agricolo dell’Onu, in quanto primo edificio italiano ad aver ricevuto la certificazione rating *LEED EBO&M,* riservata alle costruzioni esistenti.
“La certificazione LEED EBO&M Gold ottenuta da IFAD è motivo di orgoglio per GBC Italia e uno sprone a porsi obiettivi ancora più ambiziosi. Un’importante organizzazione internazionale come l’IFAD ha scelto LEED per le proprie politiche di sostenibilità e ha ritenuto di fare ciò in collaborazione con il socio promotore del GBC Italia, Habitech, che ha dimostrato in questo progetto elevata competenza e capacità di attivare network al massimo livello internazionale in materia. GBC Italia si complimenta con i protagonisti di queste eccellente risultato che dimostra come la scelta LEED sia valida e praticabile anche nel contesto italiano”, ha commentato il Presidente del GBC Italia Mario Zoccatelli.

La certificazione ufficiale in realtà è stata rilasciata il mese scorso dall’Us Green Building Council, posizionando l’edificio nella classe “Gold”. Una certificazione merita se si considera che la sede può vantare:
* una riduzione dei consumi energetici annui di circa il 10%
* un tasso di riciclaggio dei rifiuti prodotti da beni di consumo pari all’88% e quello da beni durevoli pari al 100%
* l’impiego di energia elettrica al 100% proveniente da fonti rinnovabili e certificata RECs;
* l’82% di tutte le apparecchiature elettriche ad elevato risparmio energetico e certificate Energy Star;
* le materie prime per gli arredi contenenti legno certificato FSC e materiale riciclato.