• Articolo , 26 gennaio 2011
  • Legambiente e IKEA: nasce Sportello Ambiente per chi ha bisogno d’ecoconsigli

  • Dal 28 gennaio l’associazione ambientalista sarà a disposizione dei soci IKEA FAMILY per offrire gratuitamente informazioni e documentazione sulle novità in campo energetico, risparmio idrico e sulla raccolta differenziata

(Rinnovabili.it) – Aiutare a migliorare l’efficienza domestica e a far risparmiare energia. Con questi obiettivi è stato formalizzato oggi “Sportello Ambiente”:http://www.ikea.it/sportelloambiente progetto a due mani, nato dalla collaborazione tra Legambiente e IKEA. La presentazione ufficiale si terrà nell’ultimo weekend di gennaio in tutti gli esercizi della famosa catena svedese che, per i prossimi mesi, metterà a disposizione dei propri clienti un punto informativo che dispensi eco-consigli a consumatori. Suggerimenti utili su come ridurre la propria bolletta energetica, migliorando l’efficienza energetica e integrando nell’economia domestica le tecnologie rinnovabili, ma anche consigli a favore di stili di vita più sostenibili ed ecofriendly. L’associazione fornirà documentazioni sulle novità in campo energetico, del risparmi o idrico e sulla raccolta differenziata, in linea con la visione di sostenibilità perseguita ormai da anni da Ikea.
“La lotta ai cambiamenti climatici inizia proprio dalle nostre case, da come le costruiamo e da come siamo capaci di risparmiare energia e ridurre i consumi – ha detto Andrea Poggio, vicedirettore nazionale di Legambiente – Grazie allo Sportello Ambiente, insieme a IKEA, potremo offrire un contributo importante per migliorare le abitudini quotidiane, promuovere comportamenti più consapevoli e sostenere nuovi stili nell’abitare”. Il progetto, patrocinato dal Ministero dell’Ambiente, riserverà un‘attenzione speciale ai soci IKEA Family e IKEA Business che dopo aver fissato un appuntamento potranno usufruire di una consulenza personalizzata; presso lo Sportello infatti gli esperti dell’associazione ambientalista provvederanno a valutare consumi effettivi delle abitazioni e i possibili interventi specifici per il risparmio energetico, anche attraverso l’analisi delle bollette.