• Articolo , 25 novembre 2010
  • Legambiente invita Comuni e Governo a blindare il “no” alle plastic bag

  • “Ministro Di-smettila”: questo lo slogan con cui oggi l’associazione ambientalista ha manifestato davanti al Ministero dell’Ambiente per chiedere di approvare i decreti attuativi e rendere effettivo lo stop alla buste di plastica dal prossimo 1° gennaio

(Rinnovabili.it) – A poco più di un mese dalla data in cui anche l’Italia dovrà dire addio alle shopper in plastica, Legambiente questa mattina è tornata a chiedere al Ministero dell’Ambiente lo stop effettivo alla vendita dei sacchetti a partire dal prossimo 1° gennaio. L’associazione ambientalista ha infatti esposto davanti al MinAmbiente lo striscione con lo slogan “Ministro Di-smettila” per chiedere la messa al bando dei sacchetti inquinanti e ricordare al Governo di procedere con i decreti attuativi, ancora mancanti, facendo in modo che “la legge varata non rimanga sulla carta, ma divenga realtà”. Solo qualche settimana fa il sottosegretario all’Ambiente Roberto Menia, rispondendo a un’interpellanza parlamentare, “aveva confermato il divieto”:http://www.rinnovabili.it/sacchetti-di-plastica-menia-conferma-messa-al-bando-da-gennaio-2011595847 di vendere le buste di plastica a partire dal 1°gennaio 2011 e l’intenzione del Governo di non chiedere uno slittamento della data.
Una iniziativa che si replicherà anche a livello locale nei prossimi giorni davanti a diversi municipi italiani con la quale l’associazione ambientalista chiederà formalmente alle amministrazioni comunali di approvare le delibere per la messa al bando delle shopper. L’iniziativa di oggi anticipa la campagna dell’associazione ambientalista Ridurre si può per la Settimana Europea dei rifiuti che ha come obiettivo la sensibilizzazione sul “mondo degli sprechi evitabili” che, nel prossimo fine settimana, mette in calendario molte iniziative su tutto il territorio nazionale. I volontari dell’associazione coinvolgeranno i cittadini nelle piazze e davanti ai supermercati della grande distribuzione per partecipare a “Vota il Sacco”:http://www.puliamoilmondo.it/2010/news_dettaglio?t=petizione_stop-sacchetti-di-plastica , un referendum simbolico che chiamerà a votare i consumatori sul tipo di shopper che preferiscono come alternativa alla busta di plastica, scegliendo tra la sportina riutilizzabile, il sacchetto in carta e le shopper in bioplastica. Negli stand di Legambiente sarà poi possibile firmare la petizione Stop ai sacchetti di plastica con cui richiedere al Governo l’effettiva dismissione delle plastic bags. “In Italia consumiamo circa 20miliardi di buste all’anno, un primato per cui il nostro paese ha conquistato la maglia nera europea. Sostituendo con 10 sporte riutilizzabili i 300 sacchetti di plastica che ogni italiano consuma all’anno – ha sottolineato oggi Stefano Ciafani, responsabile scientifico di Legambiente – risparmieremmo più di 180 mila tonnellate di petrolio e altrettante di emissioni di CO2”.