• Articolo , 27 maggio 2009
  • Legambiente: sì al fotovoltaico sui tetti, no al nucleare

  • Gli ambientalisti ribadiscono il no al nucleare proponendo in alternativa l’efficientamento energetico e il ricorso alle rinnovabili

(Rinnovabili.it) – Dai documenti presentati a Milano dal vicedirettore generale di Legambiente Andrea Poggio è apparso chiaro che se il 7% dei tetti italiani fosse attrezzato con pannelli fotovoltaici il Belpaese avrebbe a disposizione una potenza di 10mila MW, pari alla capacità complessiva di circa sei moderne centrali nucleari. Poggio che ha preso parte al convegno svoltosi nell’ambito dei saloni LivinLuce e EnerMotive a Fieramilano , ha dichiarato: ”Si accusano le rinnovabili di essere aleatorie – ha attaccato l’ambientalista – ma sull’atomo girano cifre e studi circa i costi, che presentano una forbice tale che francamente non so a chi credere”.
Poggio ha inoltre suggerito di concentrare l’attenzione sul risparmio energetico e quindi migliorare l’efficienza energetica dei sistemi esistenti puntando sull’utilizzo quasi esclusivo delle energie rinnovabili e solo in ultima analisi pensare al nucleare. ”Se ci fosse un piano serio che ponga al centro questi punti – ha detto – siamo anche disposti a discuterne, ma per come e’ impostato oggi il discorso sono pronto a dissotterrare l’ascia di guerra. Non ho dubbi su da che parte stare”.