• Articolo , 21 settembre 2008
  • Legambiente Veneto presenta i risultati di “ENERGIA COMUNE”

  • Legambiente, Achab Group e cinque Comuni della Provincia di Venezia presentano i risultati di “ENERGIA COMUNE” la prima campagna di informazione sulle rinnovabili e il risparmio energetico che ha promosso un GRUPPO DI ACQUISTO SOLARE. Sono stati presentati oggi a “4 passi verso un mondo migliore” – fiera degli stili di vita sostenibili a Maserada […]

Legambiente, Achab Group e cinque Comuni della Provincia di Venezia presentano i risultati di “ENERGIA COMUNE” la prima campagna di informazione sulle rinnovabili e il risparmio energetico che ha promosso un GRUPPO DI ACQUISTO SOLARE. Sono stati presentati oggi a “4 passi verso un mondo migliore” – fiera degli stili di vita sostenibili a Maserada sul Piave (TV) – i risultati della prima edizione della campagna “Energia Comune”, promossa dai comuni veneziani di Ceggia, Marcon, San Stino di Livenza, Torre di Mosto e Portogruaro e in corso di adozione presso molti altri comuni veneti e italiani. La campagna ha attivato per sei mesi presso gli enti promotori uno sportello informativo settimanale sui temi delle energie rinnovabili e del risparmio energetico e attraverso questo sportello ha dato vita ad un gruppo di acquisto solare che ha coinvolto circa 150 famiglie delle quali già 40 hanno realizzato un impianto solare termico o fotovoltaico e altrettante si apprestano a farlo. “E’ una campagna di grande successo e che individua un nuovo modo di accedere alle risorse solari – commenta Davide Sabbadin resp. energia Legambiente Veneto – con l’organizzazione di un gruppo di acquisto riusciamo ad abbattere i costi del 25% sia sul termico che sul fv garantendo qualità, omogeneità di fornitura, prezzi bassi anche per impianti piccoli o disagevoli, manutenzione decennale e soprattutto un pacchetto chiavi in mano che comprende anche finanziamento bancario agevolato”.
“Sono già stati installati 105 Kwp di Fv – continua Luigi Lazzaro coordinatore degli sportelli – e contiamo di arrivare a circa 150 kWp, oltre a circa 40 mq di Solare termico per un valore complessivo già fatturato di ca 500000 euro, pari a 650000 di equivalente costo di mercato. A questo vanno aggiunti circa 4000 euro di titoli di efficienza energetica che grazie alla ESCO AZZEROCO2 verranno restituiti ai comuni per essere investiti in progetti simili. È un’iniziativa che a fronte di un investimento pubblico di ca 20000 euro ha comportato già un abbattimento di 80 T annue di CO2 e un risparmio per i cittadini di circa 150.000 euro, creando così un invidiabile effetto volano; Inoltre forse il risultato maggiore è la creazione di una cultura di fattibilità nel territorio rispetto agli impianti solari che si vede nel crescente interesse da parte degli cittadini inizialmente scettici: il tam tam è partito e gli impianti vengono ormai installati al ritmo di 4 alla settimana. Non è poco per comuni che assieme assommano 21000 famiglie.” “L’idea vincente è stata quella del gruppo di acquisto “chiavi in mano” e del mantenimento dei rapporti su un piano strettamente privatistico, senza coinvolgimento pubblico nella gestione del gas per evitare le conseguenti normative – commenta Germana Bertoldini di Achab Group- Lo sportello ha fatto da segreteria organizzativa per il GAS, che si configura alla stregua di un mero comitato di cittadini. I contratti quindi, coinvolgono solo cittadino e azienda installatrice, con l’aggiunta della esco nel caso del solare termico. Questa è la prima di una serie di iniziative simili che vogliamo diffondere in tutta Italia tramite la rete degli sportelli energia di Legambiente e la collaborazione di Achab Group che ne cura la comunicazione: l’obiettivo è creare un canale diretto e sicuro per non lasciare le famiglie in balìa del mercato e dare un spinta ai prodotti migliori sia sul piano tecnico che finanziario. Da questo punto di vista prosegue la partnership con le Banche di Credito Cooperativo e Banca Etica per rendere possibile l’impianto anche alle famiglie che non abbiamo disponibilità economiche immediate.” Gli impianti del GAS verranno realizzati entro il 15 novembre a cura della ditta Maniero Elettronica, azienda scelta dal GAS in virtù del suo preventivo, che è risultato essere il migliore per qualità/prezzo su un totale di ca 20 pervenuti.