• Articolo , 1 luglio 2010
  • L’ENTSO-E apre le consultazioni, sotto esame il TYNDP

  • Il gestore delle reti europee ha deciso di sentire il parere dell’Europa a proposito del piano decennale per lo sviluppo del network energetico. Justin Wilkes dell’EWEA si è dichiarato a favore dell’iniziativa

(Rinnovabili.it) – L’ “ENTSO-E”:http://www.entsoe.eu/, _European Network of Transmission System Operators for Electricity_, il gestore delle reti europee, ha aperto le “consultazioni”:http://www.entsoe.eu/fileadmin/user_upload/_library/consultations/Closed_Consultations/Work_program/WP_2010-2011/100701_ENTSOE_Overall_WP_2010-2011_consultation.pdf a proposito del progetto pilota TYNDP, letteralmente _Ten Year Network Development Plan_ riconoscendo la necessità di portare avanti investimenti in reti di grandi dimensioni in maniera più rapida rispetto a quanto avvenuto negli anni scorsi; una manovra ritenuta indispensabile soprattutto in vista degli obiettivi energetici fissati a livello europeo per il 2020.
La diffusione odierna della revisione e l’apertura al dialogo sul TYNDP da parte dell’ENTSO-E segna quindi un passo avanti nella gestione della rete elettrica europea che, attualmente, presenta la necessità di un miglioraamento, a vantaggio soprattutto dei consumatori, consentendo così anche l’immissione di maggiori quantità di energia eolica, come riferito da Justin Wilkes, direttore della policy della European Wind Energy Association (EWEA).
L’ENTSO-O, promettendo di tenere conto del parere e dell’operato dei _Transmission System Operators_ (TSO) ha anche assicurato che, per la redazione del Piano, terrà presenti gli impegni che i singoli stati prenderanno nell’anno affermando, come previsione, che solo il 25,5% della domanda di energia elettrica nell’UE sarà fornito da fonti energetiche rinnovabili entro il 2020, percentuale notevolmente inferiore a quel 34% stimato dalla Commissione europea.
“E’ fondamentale tenere i NREAP (Renewable Energy Action Plans) in considerazione all’interno del TYNDP, e l’EWEA accoglie favorevolmente l’impegno dell’ENTSO -E per agire il più presto possibile”, ha commentato Wilkes “Questo si tradurrà in un piano più realistico e in una visione autenticamente europea per le infrastrutture energetiche”.
Il documento identifica sette investimenti all’interno del TYNDP, per un costo complessivo di 23 miliardi di su un totale di 28 miliardi in tutta Europa, una fetta significativa di questo investimento previsto a favore del Mare del Nord (da 12 a 14 miliardi) e del Mar Baltico (da 11 a 13 miliardi).
“La pubblicazione di un piano decennale europeo per lo sviluppo della rete è una buona notizia. E’ ora essenziale che i NREAP vengano inseriti e che il piano consenta all’UE di raggiungere i gli obiettivi climatici e a favore dell’energia rinnovabile”, ha concluso Wilkes.