• Articolo , 28 marzo 2007
  • León: convegno sulla bioenergia

  • Oggi e domani, al congresso “Biomun”, ci si confronterà sui problemi legati al mondo energetico e allo sviluppo sostenibile. Fondamentale il tema delle biomasse di cui la regione Castiglia e Leon, che ospita la manifestazione, è particolarmente ricca

Innaugurato ieri, all’università di León, il Primo Congresso di Soluzioni Tecnologiche e Bioenergia, “Biomun”. Il consigliere dell’Ambiente, Fernández Carriedo, ha rivelato che la regione di Castiglia e Leòn diventerà il principale produttore spagnolo di energia generata da biomasse, come prevede il Piano Nazionale per l’Incremento delle Energie Rinnovabili. Si utilizzeranno soprattutto i residui forestali, i boschi della zona infatti producono un totale di 7,2 milioni di metri cubi di legno annui, produzione superiore a quella di molti altri paesi dell’Unione Europea.
Oggi e domani si discuterà sulle varie possibilità di utilizzo di bioenergia e sulle nuove soluzioni per risolvere i problemi energetici: generazione di calore e di freddo, elettricità e biocarburanti per il settore dei trasporti.
L’evento è organizzato dalla Associazione Spagnola di Valorizzazione Energetica di Biomassa (Avebiom) e dal Centro di Servizio e Promozione Forestale (Cesefor). Il Presidente di Avebiom, Javier Díaz, ha dichiarato che lo scopo fondamentale del congresso è quello di informare sulle possibilità di utilizzo della bioenergia nelle zone urbane, di spiegarne il funzionamento e di far conosce i progetti già esistenti. (fonte elmundo-lacronica.com)