• Articolo , 9 febbraio 2010
  • L’idroelettrico urbano dell’Environment Park

  • Venerdì 12 febbraio 2010 si celebra la sesta edizione di “M’illumino di meno”: la Giornata del Risparmio Energetico lanciata dalla popolare trasmissione radiofonica Caterpillar, in onda su Rai Radio 2. Dopo il successo delle scorse edizioni, quest’anno l’invito a rispettare un simbolico “silenzio energetico” si trasforma in un invito a partecipare a una festa dell’energia […]

Venerdì 12 febbraio 2010 si celebra la sesta edizione di “M’illumino di meno”: la Giornata del Risparmio Energetico lanciata dalla popolare trasmissione radiofonica Caterpillar, in onda su Rai Radio 2. Dopo il successo delle scorse edizioni, quest’anno l’invito a rispettare un simbolico “silenzio energetico” si trasforma in un invito a partecipare a una festa dell’energia pulita.
“In questi anni abbiamo contribuito alla diffusione di una maggior consapevolezza sulle conseguenze del consumo indiscriminato di energia: la riduzione degli sprechi e l’attenzione alle fonti alternative sono diventate parole d’ordine familiari per i nostri ascoltatori – scrivono sul loro sito i redattori di Caterpillar -. Sulla scia di questa nuova sensibilità, è giunto il momento di fare un passo avanti rispetto allo spegnimento simbolico in nome del risparmio e di proporre un’accensione virtuosa all’insegna dello sviluppo delle energie rinnovabili”. L’attenzione si sposta dalla riduzione del consumo al consumo pulito.

A questa festa dell’energia sostenibile il nostro territorio ha sempre risposto con grande disponibilità: più volte abbiamo spento i nostri monumenti, a cominciare dalla Mole, per testimoniare una sensibilità concreta e non soltanto di facciata. Con le mutate condizioni di partecipazione, Comune di Torino, Provincia di Torino e Regione Piemonte hanno risposto proponendo per quella data l’accensione della Centrale idroelettrica dell’Environment Park. Il programma di Rai Radio2 andrà in onda per l’occasione dai Mercati Traianei di Roma e si collegherà, tra le altre città, con Torino per una accensione in diretta del nuovissimo impianto.

Si tratta della prima opera di questo genere in un contesto urbano. Produce 3.800.000 chilowattora di energia elettrica pulita, pari a quella consumata da oltre mille famiglie, sfruttando solo le acque della Dora Riparia e coprendo quindi l’80 per cento del fabbisogno elettrico dei 35mila metri quadrati di uffici e laboratori del parco scientifico tecnologico che così si avvicina al traguardo del carbon free, la completa indipendenza dal petrolio. L’intervento consente un risparmio annuale di 1.900 tonnellate di emissioni di gas serra. Il progetto della centrale idroelettrica ha preso forma nel 2004, con il recupero di un canale cinquecentesco per l’alimentazione dei mulini, il Canale Meana. All’iniziativa parteciperanno anche gli studenti universitari che aderiscono all’associazione Agorà Scienza.
L’opera si inserisce in linea di continuità con le politiche di riduzione delle emissioni inquinanti in atmosfera e di promozione delle energie rinnovabili che la Regione Piemonte ha presentato al grande pubblico durante le due edizioni di Uniamo le Energie. Una strategia supportata da investimenti nella green economy, dal fotovoltaico alla mobilità sostenibile.

A quest’edizione di “Mi illumino di meno” la Provincia di Torino presenterà al pubblico, attraverso grandi pannelli montati su totem trifacciali e un opuscolo, appena pubblicato, dal titolo “L’energia di casa mia” l’attività degli Sportelli energia. Si tratta di un servizio che offre consulenza gratuita ai cittadini sulle opportunità di utilizzo delle fonti rinnovabili di energia (pannelli solari e fotovoltaici, geotermia, biomassa ecc.) e sulle possibilità di finanziamento, e che dà assistenza nella definizione degli interventi da realizzare, con un occhio di riguardo ai temi del risparmio e dell’efficienza energetica. Un altro pannello illustrerà le buone pratiche di risparmio energetico adottate per la nuova sede di corso Inghilterra (uso di lampade a consumo ridotto, impianto di climatizzazione che sfrutta il teleriscaldamento e l’acqua di falda, coibentazione con vetri-camera e serramenti a taglio termico).

Per la Regione Piemonte, un incontro si inserisce all’interno delle manifestazioni degli Open Days promossi dalla Comunità Europea per promuovere le strategie messe in atto dal territorio allo scopo di rendere effettive le politiche comunitarie sul risparmio energetico. In particolare, saranno presentate le iniziative regionali realizzate in quest’ultimo anno per il raggiungimento degli obiettivi 20-20-20. Per raggiungere gli obiettivi 20-20-20 fissati dall’Unione europea la Regione Piemonte ha investito sul proprio territorio attraverso una serie di azioni.

Anche il Progetto the Gate, l’ente creato per la gestione della riqualificazione del popolare quartiere Borgo Dora-Porta Palazzo, aderisce a M’illumino di meno. Due le iniziative per la giornata del 12 febbraio: una rivolta ai commercianti della piazza e una ai residenti del quartiere. Ai commercianti che intendono aderire all’iniziativa si chiede di esporre la locandina “anch’io aderisco alla giornata del risparmio energetico” e di accendere una lampadina a basso consumo in sostituzione dell’obsoleta lampadina a incandescenza. Tutti i commercianti potranno passare a ritirare il kit locandina + lampadina risparmio energetico presso la sede del Comitato.
Per coinvolgere i residenti e sensibilizzare i cittadini sul tema si organizzerà un aperitivo a lume di candela al Cortile del Maglio, con lo spegnimento delle luci dalle 18 alle 20, per trascorrere un momento conviviale in cui condividere le abitudini e i saperi legati alle energie rinnovabili e promuovere nuove azioni di accensione virtuosa.
(mm)