• Articolo , 24 novembre 2008
  • Life+, 26 successi ambientali per l’Italia

  • La Commissione Europea ha selezionato le proposte provenienti dai 27 che beneficeranno dei finanziamenti stanziati dal Fondo europeo per l’ambiente

Sono in tutto 143 i progetti scelti dalla Commissione Europea per entrare a far parte di Life+, il Fondo europeo per l’ambiente nato per finanziare le azioni che contribuiscono allo sviluppo, all’attuazione e all’aggiornamento della politica e della legislazione comunitarie nel settore dell’ambiente. La selezione ha affrontato le oltre 700 proposte provenienti da organismi pubblici o privati dei 27 membri europei ed inviate per concorrere al cofinanziamento a titolo delle tre componenti del nuovo programma “Natura e biodiversità”, “Politica e governance ambientali” e “Informazione e comunicazione”. Dei 143, 26 sono italiani, la maggior parte dei quali (13) per la direttrice “Politica e governance ambientali”. Si tratta ad esempio di “Carbomark” presentato dalla Regione Veneto che promuove su base volontaria mercati locali del carbonio, coinvolgendo proprietari di foreste, PMI e settori non ancora coperti dal mercato delle emissioni o di “Green Footprint” progetto destinato a produrre dei materiali plastici per calzature biologiche al 20-25%. E ancora: “MhyBus” della regione Emilia Romagna volto a ridurre l’impatto del trasporto pubblico attraverso l’impiego di un mix combustibile costituito da idrogeno e gas naturale; Sustgreenhous dell’Agenzia regionale per lo Sviluppo del Lazio, un progetto di serra sostenibile che impiega unicamente eco-tecnologie; “Eccelsa” per accrescere l’efficienza ambientale delle PMI sviluppando le metodologie di gestione eco consapevole. A questi e tutti gli altri progetti della categoria andrà complessivamente un investimento di 185 milioni di euro, che include un contributo comunitario di 84 milioni di euro.