• Articolo , 15 luglio 2011
  • “Life+”: sottoscritte 10 richieste di partecipazione a progetti

  • Ieri l’assessorato all’Ecologia , confermando sempre più la sua attenzione nei confronti delle tematiche ambientali, ha sottoscritto 10 richieste di partecipazione a progetti europei LIFE+. Il LIFE+ rappresenta un nuovo strumento finanziario dell’Unione Europea per il sostegno a progetti ambientali e di conservazione della natura l’ambiente. Nelle scorse settimane sono state raccolte decine di proposte […]

Ieri l’assessorato all’Ecologia , confermando sempre più la sua attenzione nei confronti delle tematiche ambientali, ha sottoscritto 10 richieste di partecipazione a progetti europei LIFE+. Il LIFE+ rappresenta un nuovo strumento finanziario dell’Unione Europea per il sostegno a progetti ambientali e di conservazione della natura l’ambiente. Nelle scorse settimane sono state raccolte decine di proposte di partecipazione da parte di diversi enti (pubblici e privati) tra i quali si annoverano:
* associazioni ambientaliste e di categoria (WWF Italia, Legambiente e Coldiretti),
* amministrazioni pubbliche, (Regione Marche, Provincia di Bari, Regione Veneto, Valencia Region, Murcia Region, Andalucia Region, Provincia di Foggia, Comune di Otranto, Comune di Vernole, Regione Piemonte)
* Enti pubblici (Acquedotto Pugliese, Consorzio per la Bonifica della Capitanata, CSIC, Danube Delta, Natural Reserve Authority) * Università ed Enti di ricerca (Università degli Studi di Bari, Università del Salento, Murcia University, Miguel Hernández University, Estación Biológica Doñana, Università di Foggia, ARPA Molise, IRSA – CNR).

La Regione Puglia ha messo a disposizione da proprie risorse una dotazione economica di circa 320.000,00 euro e con l’impegno in dieci progetti (“NaturAgri”, “Intothewild”, “Un falco per Amico”, “G.A.A.P.”, “Creation of a monitoring system of European coastal lagoons”, “Watch project, “GLOBO/E-CYANO”, “Azioni urgenti di conservazione dell’ultima popolazione peninsulare Italiana di Tetrax tetrax” nella ZPS Promontorio del Gargano/Zone umide del Golfo di Manfredonia/Murgia Alta”, “South Adriatic WetLand PROtection”, “AQ-gov” Air quality governance: nuovi strumenti per una “valutazione intelligente della qualità dell’aria”) che abbracciano tematiche afferenti a Natura e biodiversità, Politica ambientale e Governance, Informazione e Comunicazione, concorre ad una dotazione complessiva in cofinanziamenti provenienti da partners qualificati ed Unione Europea ammontante a circa 16 milioni di euro da investire sull’intero territorio regionale.