• Articolo , 1 settembre 2008
  • L’Ipcc compie venti anni

  • La sezione scientifica delle Nazioni Uniti che dedica ricerche e studi ai cambiamenti climatici e alle loro conseguenze taglia il traguardo del secondo decennio di attività

Ban Ki-moon, segretario generale delle Nazioni Unite ha lanciato oggi un appello a Ginevra a favori di più rapidi progressi nel contrastare i cambiamenti climatici. L’occasione è stata una solenne cerimonia per festeggiare i venti anni del “Gruppo intergovernativo di esperti sui cambiamenti climatici” (Ipcc).
Ban Ki moon ha, nel suo appello, ribadito che tutti i Paesi devono fare progressi sulla questione ambientale senza attendere la “Conferenza sul clima” prevista per il 2009 a Copenaghen, dove dovrebbe prender corpo un nuovo accordo per la riduzione dei gas serra nel periodo che seguirà il “dopo 2012″, ossia a partire dalla scadenza del Protocollo di Kyoto.
”Dobbiamo lottare contro la tentazione di rinviare tutto fino a Copenaghen. Possiamo compiere progressi rapidi su alcune questioni – ha affermato Ban Ki-moon.
Festeggiato l’Ipcc che l’anno scorso era stato insignito del Premio Nobel per la pace (insieme all’ex presidente Usa Al Gore). L’Ipcc è stato fondato nel 1988 dall’Organizzazione meteorologica mondiale (Omm) e dal Programma delle Nazioni Unite sull’Ambiente (Unep), con il compito specifico di studiare i cambiamenti climatici.