• Articolo , 23 settembre 2008
  • Liquami bovini per l’impianto biogas di Cicerale

  • È stato sottoscritto un nuovo contratto di appalto per la costruzione di un impianto biogas realizzato da Schmack Biogas Srl per Sistemi e Tecnologia Srl, società facente parte del Gruppo ICQ. L’impianto, che sorgerà a Cicerale, in provincia di Salerno, avrà una potenza nominale di 998 kW e sarà alimentato con insilato di mais e […]

È stato sottoscritto un nuovo contratto di appalto per la costruzione di un impianto biogas realizzato da Schmack Biogas Srl per Sistemi e Tecnologia Srl, società facente parte del Gruppo ICQ. L’impianto, che sorgerà a Cicerale, in provincia di Salerno, avrà una potenza nominale di 998 kW e sarà alimentato con insilato di mais e liquami bovini. Verranno annualmente prodotti quindi circa 8 milioni di kWh di energia rinnovabile, in grado di coprire il fabbisogno annuo di 2000 famiglie. Si tratta di energia pulita e rispettosa dell’ambiente: l’anidride carbonica emessa durante la combustione del biogas è infatti pari a quella fissata dalle piante, utilizzate direttamente o come cibo per gli animali, nel corso della loro vita. A differenza che nell’uso di combustibili fossili, dunque, il saldo dei gas serra è pari a zero. L’impianto contribuirà inoltre alla risoluzione del problema locale, molto sentito, del trattamento dei reflui degli allevamenti bufalini.