• Articolo , 19 dicembre 2009
  • Lo shopping si fa verde con la borsa ecologica

  • “Natale è un momento speciale anche per l’ambiente”. Lo ha detto l’assessore all’Ambiente Paolo Massari che era presente oggi in piazza Mercanti alla distribuzione gratuita delle borse ecologiche ai frequentatori del mercatino natalizio. In piazza, assieme a Massari, il presidente di Amsa Sergio Galimberti e il presidente di Apeca Giacomo Errico. Presenti anche i rappresentanti […]

“Natale è un momento speciale anche per l’ambiente”. Lo ha detto l’assessore all’Ambiente Paolo Massari che era presente oggi in piazza Mercanti alla distribuzione gratuita delle borse ecologiche ai frequentatori del mercatino natalizio. In piazza, assieme a Massari, il presidente di Amsa Sergio Galimberti e il presidente di Apeca Giacomo Errico. Presenti anche i rappresentanti delle associazioni aderenti all’Unione del Commercio, che promuoveranno la distribuzione, in via sperimentale, di 50 mila shopper di carta presso i propri associati: oltre ad Apeca (commercio su aree pubbliche), Assofood (dettaglianti alimentari), le associazioni di macellai e panificatori e il Sindacato dettaglianti ortofrutticoli.

Le buste distribuite, realizzate in carta molto resistente e “personalizzate” con l’immagine del Duomo, sono amiche dell’ambiente perché biodegradabili, in quanto il loro smaltimento avviene tramite compostaggio; dunque sono perfettamente in linea con la direttiva europea che impone, a partire dal 1° gennaio 2011, il divieto di commercializzare buste in plastica non biodegradabili.

“Dobbiamo cominciare da subito a incidere sui nostri comportamenti e a sviluppare la nostra sensibilità ambientale – ha spiegato l’assessore –. Natale è un momento di gioia familiare, di raccoglimento e dunque di pausa da quella frenesia che ci impedisce di riflettere su temi solo apparentemente lontani dai nostri bisogni quotidiani. La borsa che regaliamo è senz’altro un utile omaggio per chi la riceve, un gesto di attenzione per l’ambiente e un souvenir di Milano; ma soprattutto vuole essere uno spunto di riflessione per iniziare a ripensare alle nostre abitudini”.
Mercoledì scorso il Sindaco ha distribuito alle signore, all’ingresso della mostra di Leonardo, le shopper in stoffa. Oggi, invece, sono state distribuite quelle di carta, un po’ più grandi per contenere la spesa.

La consistenza della busta di carta “griffata” Milano è simile a quella dei sacchi utilizzati per la commercializzazione del cemento. La borsa resiste anche all’umido e all’acqua, ha una tenuta tra i 10 e i 15 kg ed è riutilizzabile più volte. Il colore (il verde) e l’immagine (il Duomo) richiamano nello stesso tempo il colore dell’ambiente per antonomasia, quello del logo di Amsa e il simbolo della Città di Milano, il Duomo, “posterizzato” dal designer Ennio Capasa.

“La tutela e il rispetto per l’ambiente passano anche attraverso una riduzione dell’inquinamento e della produzione di rifiuti all’origine, adottando comportamenti responsabili nelle scelte della vita quotidiana – ha aggiunto il Presidente di Amsa, Sergio Galimberti – e da questa consapevolezza nasce la proposta di Amsa di usare una shopper ecocompatibile, riutilizzabile, biodegradabile e che non inquina”.