• Articolo , 9 novembre 2010
  • Lo Zambia investe sull’idroelettrico

  • Vicino le acque dello Zambesi, vasto fiume dell’Africa, è in via di sviluppo una stazione idroelettrica – 430 milioni di dollari di spesa – che entro il 2012 assicurerà una capacità produttiva di 1.080 MW .

(Rinnovabili.it) – Importante passo in avanti dell’energia rinnovabile in Africa. La _Zambia Electricity Supply Corporation (ZESCO)_ ha ricevuto 105 milioni di dollari (circa 75 milioni di euro) dalla Banca di Sviluppo dell’Africa Meridionale (DBSA) per l’espansione della centrale idroelettrica di Kariba Nord sul fiume Zambesi. All’attuale capacità di produzione elettrica pari a 720 MW verranno aggiunti 360 MW. Il finanziamento coprirà una parte del costo totale di ampliamento, valutato intorno ai 430 milioni di dollari (circa 309 milioni di euro).

La costruzione del complesso, iniziato nel 2008, è stato affidato alla società cinese _SinoHydro_, che crede di poter terminare il suo lavoro nel 2012, quando la centrale dovrebbe assicurare una capacità produttiva di 1.080 MW di energia pulita. Inoltre tre delle quattro turbine presenti nell’impianto sono state potenziate da 150 MW a 180 MW.

Questo progetto è alquanto utile per le popolazioni locali, spesso a corto di elettricità, e potrebbe essere il primo di una lunga serie, considerato il potenziale idroelettrico dello Zambia. Infatti si stima che lo stato africano abbia un capacità di 6.000 MW di cui solo un terzo ne è stato sfruttato. Sempre in Zambia è in svolgimento la costruzione di una stazione idroelettrica (120 MW di produzione elettrica) nei pressi di Tezhi.