• Articolo , 13 gennaio 2011
  • Lombardia: 30 mila piante messe a dimora entro marzo

  • Saranno 300.000 le nuove piante messe a dimora in Lombardia entro la fine di marzo. I nuovi alberi rinverdiranno 1.030 ettari di terreno a Mantova (332 ettari), Pavia (319), Cremona (204), Lodi (119) e Milano (54). Il progetto, del costo complessivo di circa 2,9 milioni di euro, finanziato al 50 per cento dall’Unione europea, è […]

Saranno 300.000 le nuove piante messe a dimora in Lombardia entro la fine di marzo. I nuovi alberi rinverdiranno 1.030 ettari di terreno a Mantova (332 ettari), Pavia (319), Cremona (204), Lodi (119) e Milano (54). Il progetto, del costo complessivo di circa 2,9 milioni di euro, finanziato al 50 per cento dall’Unione europea, è sostenuto da Regione Lombardia, con gli obiettivi di potenziare le aree boschive nelle zone particolarmente urbanizzate e di favorire le attività produttive legate alla trasformazione del legno. Sull’88 per cento della superficie (909 ettari) saranno piantumati pioppi, alberi a crescita veloce, mentre la parte restante sarà suddivisa tra piante da legno a ciclo medio-lungo (ciliegio, noce, frassino e rovere) e piantumazione di cedui a turno breve da biomassa (salice, robinia e platani). “Nel massimo rispetto dell’ambiente – ha detto l’assessore ai Sistemi verdi e Paesaggio Alessandro Colucci – è importante rendere produttivi i nostri territori boschivi. Nel piano di imboschimento vi è un altro aspetto da sottolineare e cioè che il pioppo, oltre a essere una pianta a crescita veloce, è anche un elemento caratteristico della pianura lombarda, tant’è che da sempre questa pianta svolge una funzione idrogeologica e protettiva lungo le principali arterie fluviali”.