• Articolo , 3 aprile 2008
  • Lombardia, siglato protocollo su bioedilizia

  • Un Protocollo d’intesa su ‘Edilizia sostenibile, uso razionale dell’energia e certificazione energetico-ambientale degli edifici’, e’ stato siglato oggi a Milano dalla Regione Lombardia – in particolare dagli assessori lombardi Domenico Zambetti (Artigianato e Servizi) e Massimo Buscami (Reti, Servizi di Pubblica Utilita’ e Sviluppo sostenibile) – e dagli operatori del settore, trovando il consenso di […]

Un Protocollo d’intesa su ‘Edilizia sostenibile, uso razionale dell’energia e certificazione energetico-ambientale degli edifici’, e’ stato siglato oggi a Milano dalla Regione Lombardia – in particolare dagli assessori lombardi Domenico Zambetti (Artigianato e Servizi) e Massimo Buscami (Reti, Servizi di Pubblica Utilita’ e Sviluppo sostenibile) – e dagli operatori del settore, trovando il consenso di tutte le categorie interessate (AGCI, ANCE, Confartigianato, Confcooperative, CASA, CLAAI, Legacoop). “La responsabilita’ verso la tutela dell’ambiente – ha detto Zambetti – in particolare della qualita’ dell’aria ci sollecita ad azioni incisive per ridurre complessivamente la nostra dipendenza energetica dai combustibili fossili che attualmente coprono piu’ del 70% del fabbisogno e che determinano oltre il 90% delle emissioni di gas inquinanti e climalteranti. La Commissione Europea ha posto l’obiettivo di raggiungere entro il 2020 la copertura del 20% della domanda di energia mediante fonti rinnovabili, la riduzione del 20% delle emissioni di gas serra e l’aumento del 20% dell’efficienza energetica, individuando obiettivi vincolanti per ciascun Stato membro, con conseguente ricaduta sulle politiche regionali”. “Un’edilizia bio-sostenibile quindi – ha commentato Buscemi – che significa edifici progettati con un corretto inserimento paesistico, a ridotto impatto ambientale, con risparmio dei consumi di energia e con un comfort abitativo piu’ elevato”. Il Protocollo d’intesa pone una particolare attenzione allo sviluppo e all’aggiornamento della competenza degli operatori professionali ed imprenditoriali del settore delle costruzioni, con la figura dell’Energy Manager e con il Marchio di Sostenibilita’ per gli edifici stessi. L’obiettivo del Protocollo e’ anche quello di attivare strategie condivise e complementari per l’intero settore dell’edilizia civile, attraverso 4 aree di intervento: Repertorio, Informazione, Formazione, Normativa per il Governo del Territorio, che saranno costantemente seguite e verificate da un Tavolo regionale per l’Edilizia Sostenibile.