• Articolo , 14 dicembre 2009
  • ‘London Array’ si connette alla terra ferma grazie alla JDR

  • Grazie all’accordo con la JDR Cable Systems la mega centrale eolica off-shore che nascerà sul Tamigi sarà connessa alla stazione sulla costa per mezzo di 200 km di cavi ad alto rendimento

(Rinnovabili.it) – La prima fase di sviluppo del progetto per la costruzione del parco eolico off-shore “London Array”:http://www.rinnovabili.it/tamigi-super-centrale-eolica-530356, costituita da due sottostazioni e da 175 turbine istallate a 20 km dalla costa del Kent e dell’Essex, nella parte esterna all’estuario del Tamigi, sarà collegata alla rete mediante cavi elettrici sottomarini di interconnessione forniti dalla JDR Cable Systems.
Gli aerogeneratori, collegati alla stazione di Cleve Hill, situata sulla terra ferma nella parte nord del Kent, sfrutteranno ben 200 km di cavi da 33 kV forniti dall’azienda.
“Il team del progetto London Array ha mostrato chiaramente la propria determinazione a ottenere cavi di interconnessione che garantiscano la massima affidabilità di lungo periodo disponibile sul mercato. La dedizione di JDR nel fornire il massimo livello possibile di gestione qualitativa e continuo miglioramento, affermata nel corso dei numerosi anni in cui l’azienda ha fornito cavi elettrici sottomarini e sistemi ombelicali per progetti a grandi profondità sottomarine per petrolio e gas, è in perfetta armonia con le necessità di chi opera parchi eolici offshore. Forniremo altresì i sistemi di raccordo esclusivi di JDR per i cavi di interconnessione, progettati specificatamente per ridurre al minimo i costi di installazione off-shore. Siamo molto lieti del fatto che JDR è stata selezionata quale fornitore dei cavi di interconnessione e siamo impazienti di iniziare a lavorare in questo eccellente progetto”, ha commentato Patrick Phelan, amministratore delegato di JDR Cable Systems Ltd.
A progetto completato la stazione sarà in grado di fornire l’energia necessaria al fabbisogno di 470mila famiglie per una produzione che al massimo potrà raggiungere i 630 MW contribuendo al raggiungimento del 15% di energia prodotta nel Regno Unito sfruttando fonti non fossili.
Richard Rigg, Direttore del progetto London Array, ha dichiarato “London Array Limited e i suoi azionisti sono molto lieti del fatto che la commessa è stata assegnata a JDR Cable Systems e che il progetto supporta le nuove strutture sviluppate da JDR nel Regno Unito, a Hartlepool, a servizio del settore dell’eolico offshore”.